Calcio – Delirio Avellino: a Cesena è cinquina biancoverde. Rivivi il live

Calcio – Delirio Avellino: a Cesena è cinquina biancoverde. Rivivi il live

27 Dicembre 2015

L’Avellino va a caccia del pokerissimo di vittorie in terra romagnola: la partita contro il Cesena live su Irpinianews con la diretta testuale dall’Orogel Stadium Dino Manuzzi.

SECONDO TEMPO

45’+4′ – E’ FINITA! L’Avellino sbanca Cesena in rimonta e in dieci uomini nella seconda parte della ripresa. Quinta vittoria consecutiva dei biancoverdi sempre più su in classifica. Le reti di Bastien e Castaldo nella ripresa a ribaltare la zampata di Djuric.

45’+2′ – Ragusa calcia alto in area.

45′ – Altri quattro minuti di sofferenza per l’Avellino.

44′ – L’Avellino si avvicina al quinto successo di fila, un traguardo mai conseguito in Serie B.

41′ – Stoico Petricciuolo che si butta su tutti i palloni in contrasto.

40′ – L’Avellino a denti stretti per via dell’inferiorità numerica.

39′ – Ammonito Castaldo.

37′ – Avellino in dieci. Espulso Arini per un fallo su Renzetti. Rosso diretto per il numero quattro biancoverde.

35′ – Ultimo cambio anche per l’Avellino: entra Petricciuolo al posto di Bastien.

32′ – Terzo ed ultimo cambio nel Cesena: Moncini sostituisce Kone.

29′ – Secondo cambio nell’Avellino con Tesser che inserisce Mokulu per Trotta.

27′ – Rosseti di testa su una punizione velenosa di Renzetti dalla sinistra, Frattali blocca a terra.

26′ – Ammonito anche Jidayi per un’entrata in ritardo su Rosseti: pareggiato il conto dei gialli.

26′ – L’Avellino ha gli spazi per colpire di rimessa.

24′ – Cesena vicino al pari con Rosseti che impatta di testa in piena area un traversone di Kessie dalla destra con palla che fa al barba al palo a Frattali battuto in tuffo.

23′ – Ammonito Insigne.

21′ – Esce Djuric per far posto a Tabanelli nel Cesena.

18′ – CASTALDO! Avellino in vantaggio! Trotta va sul fondo sulla sinistra e mette in mezzo un cross rasoterra che Castaldo stoppa all’altezza del secondo palo e spedisce in rete col piatto destro! Delirio biancoverdi al Manuzzi!

17′ – Discesa di Kessie sula destra che supera Gavazzi, poi Arini in area a rientrare sul sinistro esploso in porta dove Chiosa sbroglia tutto.

14′ – Seconda ammonizione del match: Djuric viene punito per un fallo su Biraschi.

13′ – Ora la gara è vivace con le due squadre che si affrontano a viso aperto. Visibilità sempre più scarsa intanto.

11′ – Drago cambia: dentro Rosseti per Garritano in attacco.

10′ – CASTALDO! Incredibile chance per il bomber di Giugliano che incorna di testa e Agliardi con la mano sinistra in controtempo gli alza la sfera sulla traversa. Miracolo del portiere bianconero. Lupi vicini al ribaltone!

10′ – Ci giungono intanto i dati relativi agli spettatori che sono 13.088 per un incasso di poco più di 35.000 euro.

8′ – BASTIEN! Proprio lui! Il migliore in campo! Il belga riceve palla sugli sviluppi di un corner e incrocia col destro sul palo lontano dove Agliardi non può arrivare. 1-1 al Manuzzi!

3′ – Avellino a trazione anteriore con l’ingresso di Insigne.

1′ – Entra Insigne al posto di Rea. Jidayi torna a fare il difensore centrale, Bastien scala sull’interno destro e Insigne agisce dietro le punte.

0′ – Insigne accelera le operazioni di riscaldamento durante l’intervallo: sarà la prima mossa di Tesser nella ripresa.

PRIMO TEMPO

45′ – Frattali salva tutto su Ragusa lanciato a rete e l’arbitro fischia la fine del primo tempo senza recupero.

43′ – Break di Bastien che irrompe a centrocampo, avanza trenta metri palla al piede e conclude ai venti metri centralmente.

42′ – Incredibile chance per il raddoppio capitata a Ragusa: sugli sviluppi di un angolo Jidayi spazza male di testa, palla all’esterno d’attacco bianconero che si aggiusta la sfera sul destro ma con lo specchio della porta spalancato spedisce a lato sul palo lontano.

39′ – PERICO! Avellino vicino al pari con una quasi autorete del laterale destro dei romagnoli su una spizzata di Jidayi. Palla in angolo.

38′ – Punizione di Magnusson totalmente sbilenca. Inguardabile il mancino dello svedese. Rumoreggia il pubblico di fede bianconera.

35′ – Ammonito Kone per un fallaccio su Trotta.

33′ – Il solito Bastien conquista palla all’altezza del vertice destro dell’area e la serve a Gavazzi che calcia a lato col destro di prima intenzione.

32′ – Il solo Djuric rimane oltre la linea della palla quando l’Avellino imposta. Gli uomini di Drago leggermente i difficoltà.

30 – La partita corre lungo i binari dell’equilibrio.

28′ – TROTTA! L’Avellino si scuote finalmente con il sinistro dell’attaccante dal limite parato a terra da Agliardi. Buon lavoro da parte del bomber biancoverde che si è creato lo spazio sfruttando l’inversione con Castaldo operata da Tesser poco prima.

24′ – Tesser ha invertito Trotta e Castaldo in attacco dove l’ex Fulham ora agisce a destra.

23′ – Castaldo ci prova dal limite ma il suo tiro è smorzato da un difensore. L’Avellino c’è e si fa vedere sempre più frequentemente dalle parti di Agliardi.

22′ – Dopo il gol di Djuric il Cesena si è limitato a tenere il campo.

21′ – Bastien è certamente il più positivo tra le fila biancoverdi: si propone e allo stesso tempo disturba Cascione quando imposta il gioco.

18′ – Bastien riceve palla ai venti metri e carica il destro che Agliardi deve solo battezzare sopra il montante. Buona comunque la scelta di tiro del belga assistito da Trotta.

17′ – L’Avellino ha reagito allo svantaggio prendendo in mano l’iniziativa del gioco.

14′ – Cesena avanti al primo tentativo del match. Troppo statici nell’occasione i due centrali dell’Avellino.

13′ – Cesena in vantaggio con Djuric che gira a rete col sinistro un cross di Renzetti dalla fascia mancina. 1-0 per i padroni di casa.

12′ – La nebbia scende lentamente sul rettangolo verde.

11′ – Lascia molto correre Abisso della sezione di Palermo.

8′ – Molto agonismo in campo in virtù dell’imponente struttura fisica di entrambe le squadre.

7′ – L’Avellino prova a reagire cercando di tenere palla lanciano le torri Castaldo e Trotta.

3′ – Il Cesena cerca di fare la partita allargando il gioco spesso e volentieri sulla sinistra dove Renzetti e Garritano ha già avvertito Biraschi.

1′ – SI INIZIA AL DINO MANUZZI! Schieramenti confermati e quasi speculari con il 4-3-3 opposto al 4-3-1-2 biancoverdi. Riflettori già accesi.

live-manuzzi-cesena-avellino0′ – Il settore ospiti si sta man mano colorando di biancoverde con gli oltre 1200 sostenitori accorsi da tutta Italia. Circa 150 invece i tifosi irpini in tribuna che incitano i calciatori di Tesser intenti ad effettuare le operazioni di riscaldamento.

0′ – Non tradisce il proprio marchio di fabbrica anche Drago che ritorna al 4-3-3 con Ragusa e Garritano larghi nel tridente che saranno presi in consegna da Chiosa e Biraschi.

0′ – Situazione per i momento regolare per quel che riguarda la nebbia che ovatta l’Orogel Stadium Dino Manuzzi. Il rischio che possa invadere il campo con l’avanzare del tempo non è comunque da sottovalutare.

0′ – Attilio Tesser ha scelto di giocarsela a viso aperto col trequartista senza abbottonarsi troppo col 5-3-2. Spazio allora ad una linea a quattro inedita con Chiosa terzino sinistro e ad una mediana che ritrova la quantità di Jidayi.

L’inviato a Cesena, Claudio De Vito – L’Avellino vuole chiudere in bellezza il suo 2015 sull’onda dell’euforia generata dalle quattro affermazioni consecutive. I biancoverdi in Romagna non hanno mai gioito in nove precedenti ma sono scortati da circa 1500 tifosi pronti a spingerli verso l’impresa. Tesser ha le fasce decimate ma non rinuncia al 4-3-1-2 con una linea difensiva composta interamente da centrali: Biraschi e Chiosa sono i laterali e Rea e Ligi i centrali. Jidayi può dunque avanzare con Arini e Gavazzi interni e il fantasista Bastien dietro le punte Trotta e Castaldo.

Drago replica tornando al 4-3-3 il cui terminale offensivo è Djuric con Ragusa e Garritano esterni d’attacco a supporto. Gomis non figura nemmeno in panchina per via dei guai alla schiena e lascia il posto ad Agliardi. Out anche un altro ex, Ciano, mentre il terzo, Kone, risponde presente piazzandosi in mediana. Cascione fa il playmaker al posto di Sensi.

Cesena – Avellino 1-2

Cesena (4-3-3): Agliardi; Perico, Caldara, Magnusson, Renzetti; Kessie, Cascione, Kone (32′ st Moncini); Ragusa, Djuric (21′ st Tabanelli), Garritano (11′ st Rosseti).

A disp.: Menegatti, Lucchini, Valzania, Molina, Succi, De Col.

All.: Massimo Drago.

Avellino (4-3-1-2): Frattali; Biraschi, Rea (1′ st Insigne), Ligi, Chiosa; Arini, Jidayi, Gavazzi; Bastien (35′ st Petricciuolo); Castaldo, Trotta (29′ st Mokulu).

A disp.: Bianco, Ofrredi, Tutino, Soumarè, Giron, Napol.

All.: Attilio Tesser.

Arbitro: Rosario Abisso della sezione di Palermo.

Guardalinee: Vincenzo Soricaro e Francesco Di Salvo della sezione di Molfetta.

Reti: 13′ pt Djuric, 8′ st Bastien, 18′ st Castaldo.

Note: espulso al 37′ st Arini (A) per gioco scorretto; ammoniti al 35′ pt Kone (C), al 14′ st Djuric (C), al 23′ st Insigne (A), al 26′ st Jidayi (A) e al 39′ st Castaldo (A) per gioco scorretto; angoli 7-3; recuperi 0′ pt e 4′ st; spettatori 13.088 (abbonati 9.715) per un incasso di 35.327 euro (quota abbonati 38.374).


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.