Lista “Per Avellino” ricusata, il caso finirà davanti ai giudici del Tar

0
1797

AVELLINO- La lista ricusata dalla Commissione Elettorale potrebbe gia nelle prossime ore ricorrere al Tar. La decisione della Commissione Elettorale Circondariale, presieduta dal viceprefetto vicario Maura Nicolina Perrotta potrebbe finire davanti ai giudici amministrativi di Salerno, dove i candidati della lista ricusata, ovvero “Per Avellino- Laura Nargi Sindaco”, potranno fare ricorso entro tre giorni dalla notifica del provvedimento.

I MOTIVI DELLA RICUSAZIONE
In uno degli atti separati di sottoscrizione della lista dei candidati alle elezioni del comune di Avellino, sono elencati solo otto candidati alla carica di consigliere comunale e non è presente l’autentica, da parte di soggeto abilitato. L’altro rilievo riguarda il fatto che non sono riportati i candidati ala carica di consigliere comunale, nonostante sia presente l’autentica, da parte di soggetto abilitato.
In un altro atto separato di sottoscrizione della lista dei candidati alle elezioni del comune di Avellino, sono riportati solo i nominativi di 51 candidati ala carica di consigliere comunali e non 24 candidati, come riportato nell’atto principale”. Per cui la Commissione ha rilevato come: “anche nel’ipotesi ni cui si volessero considerare validi gli atti separati, in applicazione del principio “favor partecipationis”, il numero complessivo dei sottoscrittori sarebbe pari a 161, ben al di soto dela soglia di 200, numero minimo richiesto per il Comune di Avellino.