Le Misericordie irpine in viaggio per l’Ucraina

0
1168

Volontari irpini del coordinamento provinciale delle Misericordie sono in viaggio con medicinali per l’Ucraina consegneranno il carico all’associazione ucraini-irpini.

Sono in viaggio per la frontiera dell’Ucraina dieci volontari appartenenti alle Misericordie Irpine, con carico di medicinali.

“Il valore più importante per il volontario è dare nel silenzio – dice il presidente delle Misericordie d’Italia della regione Campania Gabriele Lucido – non è mio costume, quello di pubblicizzare le nostre opere, in questo momento particolare è un obbligo ringraziare i volontari che sono in viaggio per la frontiera con l’Ucraina”.

Dopo l’impegno per la raccolta sono in viaggio per la martorizzata Ucraina i volontari delle Misericordie irpine, con quattro furgoni e un’ambulanza di Prata Principato.

Tutto il materiale, compreso il mezzo di soccorso saranno consegnati alla presidente dell’associazione Ucraini d’Irpinia, Oksana Bybliv.

I volontari guidati dal consigliere nazionale delle Misericordie D’Italia Marco Curcio, di San Mango Sul Calore, trasportano con i furgoni stracolmi, antinfiammatori, antibiotici, agenti per l’emostasi, garze, bende, sistemi flebo, siringhe ecc. raccolti nelle province di Avellino e Benevento in collaborazione con il centro servizi per il volontariato Irpinia-Sannio.

“Grazie alla profonda dedizione e al costante impegno degli uomini e donne, ragazze e ragazzi continua Lucido – si realizza il nostro sogno di solidarietà verso la popolazione Ucraina, consapevoli che è solo una goccia per l’emergenza che stanno vivendo”.

“La collaborazione di tutte le persone che ci affiancano con affetto e con il sorriso, il calore e grinta ci aiuta infatti ad affrontare tutte le nostre sfide, sia in Italia, ieri nel Kosovo e in questo caso in Ucraina, sul campo e nelle nostre sedi – afferma il presidente regionale -. “Oggi vogliamo ringraziare chi nel silenzio ha messo a disposizione i mezzi per affrontare questo viaggio così lungo e difficile, chi ha contribuito economicamente per le spese che di sicuro le nostre confraternite non potevano sostenere, il coordinamento provinciale, il CSV Irpinia-Sannio e tutte le persone che hanno contributo all’iniziativa”.

“Un grazie particolare va al costante impegno e ai gesti compiuti con il cuore, a tutti i volontari che ci aiutano a costruire un futuro in cui uomini, donne e bambini non siano privati dei loro diritti”.

“L’augurio – conclude il presidente – è che tutti possiamo imparare ad avere la stessa profonda dedizione e passione di chi svolge volontariato, per rendere il nostro presente e futuro più giusti ed equi per tutti”.