La Fondazione “Sistema Irpinia” parte dalle scuole. “Bisogna svecchiare, il turismo ha bisogno di nuovi profili”

La Fondazione “Sistema Irpinia” parte dalle scuole. “Bisogna svecchiare, il turismo ha bisogno di nuovi profili”

13 Dicembre 2019

Alfredo Picariello – La Fondazione “Sistema Irpinia” parte dalle scuole. Una delle prime uscite pubbliche, se non la prima in assoluto, della presidente Donatella Cagnazzo, è il convegno sul “Turismo responsabile, accessibile ed esperenziale” organizzato dall’Ite Amabile di Avellino. Un lungo colloquio tra Cagnazzo e gli studenti, durante il quale sono stati spiegati gli obiettivi della Fondazione che, proprio oggi, passerà alla nomina del vicepresidente e del segretario, con la convocazione del primo Consiglio di Amministrazione.

“Oggi – dice Cagnazzo – il turista si è trasformato in viaggiatore e c’è un nuovo modo di viaggiare. C’è bisogno di vivere esperienze, di sentire emozioni, di calarsi nei profumi e nei sapori del territorio in cui si vive. Ormai il concetto di turismo di massa è vecchio, superato, obsoleto. In tutto questo, la scuola ha un ruolo fondamentale, perché deve formare al futuro. Il turismo ha bisogno di nuove professioni, quindi le scuole devono formare nuovi profili. Finalemente l’Italia si sta svegliando ma c’è bisogno di una grande operazione d svecchiamento, affinché il turismo diventi veramente il nostro petrolio”.

Come detto, stamattina primo Cda della Fondazione presieduta dalla Cagnazzo. “Al momento siamo ancora alle prese con alcune pratiche burocratiche ma abbimo già le idee molto chiare. Nei prossimi mesi terremo dei tavoli di lavoro con i principali attori del territorio, tra cui anche le scuole ovviamente. La digitalizzazione del territorio sta andando avanti, metteremo al più presto sul tavolo alcuni progetti”.