Irisbus, Spera (Ugl): “Ok newco. Attendiamo dettagli sul piano”

0
7

Roma – “I dettagli sulla struttura della newco che ingloberà Irisbus e Bredamenarini ci rassicurano dal punto di vista della consistenza patrimoniale, ma restiamo in attesa di chiarimenti sul progetto industriale”. Lo ha dichiarato il segretario nazionale dell’Ugl Metalmeccanici settore Auto, Antonio Spera, al termine dell’incontro di oggi al ministero dello Sviluppo Economico con i rappresentanti di King Long, a cui ha partecipato insieme al segretario provinciale dell’Ugl Metalmeccanici Avellino e rsu dello stabilimento Irisbus di Valle Ufita, Antonio Oliviero.
Per Spera “la newco che sarà costituita fra King Long e Finmeccanica avrà infatti un capitale sociale tale da poter rappresentare una solida base per gli investimenti, ma occorre definire meglio la mission produttiva degli stabilimenti che saranno incorporati nella nuova società, Industria Italiana Autobus. In particolare, per quanto riguarda lo stabilimento di Valle Ufita, vogliamo capire meglio quali saranno i volumi produttivi derivanti dalla specializzazione in autobus urbani e pullman turistici di piccole dimensioni e dal revamping, ossia dalla realizzazione di un polo unico di manutenzione e messa in sicurezza dei mezzi circolanti ma non a norma e di quelli venduti da King Long in Italia”.

“Proprio per entrare nel dettaglio del piano industriale – aggiunge il sindacalista – auspichiamo che, al prossimo incontro al Mise che si terrà l’1 luglio, siano presenti anche i rappresentanti di Finmeccanica e Fiat, oggi assenti. Solo attraverso l’impegno di tutti i soggetti interessati – conclude – sarà possibile condurre in porto l’operazione che, ad oggi, rappresenta l’unica ed importante opportunità di ripresa dell’industria italiana dedicata alla costruzione e manutenzione di autobus e pullman”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here