Inchiesta sul Comune, più di 200 pagine depositate dalla Procura: ci sarebbero anche intercettazioni

0
3062

Più di duecento pagine di atti relativi all’inchiesta coordinata dal sostituto procuratore Vincenzo Toscano e condotta dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Avellino sono stati depositati venerdì e messi a disposizione delle difese dei tre indagati raggiunti quindici giorni fa dalla prima perquisizione. Si tratta della dirigente comunale Filomena Smiraglia e del consigliere comunale Diego Guerriero e di suo fratello Fabio. Si tratterebbe dell’informativa depositata dai militari agli ordini del tenente Gianluca De Vivo e di quelli della Sezione di Pg della Guardia di Finanza presso la Procura di Avellino il 31 agosto 2023 e gia’ richiamata anche nel decreto di sequestro. Stando alle indiscrezioni, visto che sul contenuto degli atti c’è massima riservatezza dalle parti, sia la Procura che le difese dei tre indagati, tra la documentazione che il pm Toscano ha messo a disposizione dei legali in vista dell’udienza davanti al Tribunale del Riesame per le misure reali di venerdì (il collegio presieduto da Sonia Matarazzo e composto dai giudici Fabrizio Ciccone e Michela Eligiato) ci sarebbero anche delle intercettazioni realizzate nel corso delle indagini della Procura e dei Carabinieri. Una circostanza abbondanza verosimile, anche alla luce delle ipotesi di reato provvisoriamente contestata agli indagati. Nei prossimi giorni potrebbero esserci ulteriori sviluppi.