Il voto delle regionali – L’ex assessora di Avellino Sarno: schiaffo di De Luca all’Irpinia, nessun rappresentante in Giunta

Il voto delle regionali – L’ex assessora di Avellino Sarno: schiaffo di De Luca all’Irpinia, nessun rappresentante in Giunta

28 Settembre 2020

Michele De Leo – Il riconfermato Governatore della Campania Vincenzo De Luca ha nominato, appena qualche ora fa, l’Esecutivo che lo affiancherà in questo secondo mandato alla guida dell’ente di palazzo Santa Lucia. Tra le numerose e immediate reazioni c’è quella della pentastellata Maura Sarno, assessore del comune capoluogo, con delega alle attività produttive, nel breve mandato di Vincenzo Ciampi da sindaco che – nonostante il sostegno di molta parte del gotha irpino del movimento – ha accusato un distacco di quasi 400 preferenze dal suo ex primo cittadino alle recenti elezioni regionali. Maura Sarno non critica i nomi ed il curriculum dei neo assessori, tantomeno la provenienza politica. L’analisi si ferma alla provenienza geografica: nessun assessore è irpino. Non è importante se la neo nominata Giunta si impegnerà per le aree interne e, nello specifico, per la provincia di Avellino. Non importa se farà o meno gli interessi delle comunità o dei cittadini campani. L’argomento più interessante riguarda l’area di provenienza: De Luca ha dato una lezione agli irpini, nonostante il 75% delle preferenze raccolte in provincia, perché non ha nominato un assessore originario di questo territorio. Il commento dell’imprenditrice vitivinicola poggerà ancora le basi sul risentimento per il mancato successo alle elezioni regionali – Ciampi con meno di 400 voti in più è entrato in consiglio – ma è la dimostrazione di un modo di intendere la politica che accomuna molti dei rappresentanti di questi ultimi anni. All’ex assessora, però, sarebbe bastato ricordare che – in un’epoca neanche troppo lontana – l’Irpinia era rappresentata da un illustre rappresentante che non viene certo ricordato per i brillanti risultati ottenuti per la provincia di Avellino.