Il viaggio nel Borgo delle favole di Quaglietta per tornare tutti bambini

Il viaggio nel Borgo delle favole di Quaglietta per tornare tutti bambini

10 Agosto 2020

Michele De Leo – Un viaggio in un borgo incantato, dove tutto è magia, dove ognuno può tornare bambino. Il borgo delle favole, nella zona medievale della frazione Quaglietta di Calabritto, è un’iniziativa da non perdere. Non solo per consentire ai più piccoli di visitare la casa di Biancaneve e i sette nani, toccare la mela avvelenata di Grimilde, assistere all’abbraccio tra Elsa e Anna, al supercalifragilisti di Mary Poppins, allo spettacolo dei pirati ed a tante altre attrazioni. Sarà pure l’occasione per scoprire il castello ed il borgo medievale di Quaglietta che basterebbero, da soli, per regalare emozioni e suggestioni uniche. L’accoglienza, la disponibilità e la professionalità dei ragazzi di “Animazione in corso” consentono, poi, di immergersi in un’esperienza che si farà fatica a dimenticare e, soprattutto, che permetterà soprattutto ai bambini di entrare davvero nel mondo delle favole, di poter vedere dove dormono i nani di Biancaneve, di assistere all’incontro tra Capitan Uncino e il pirata Barbanera, di seguire Spugna nel percorso verso il castello, di ammirare il ballo dello spazzacamino di Mary Poppins, le scenografie di Oceania, ma anche i canti ammalianti di Lady Marion e lo sguardo innamorato di Robin Hood. Il progetto ideato da Aurora Manuele e curato dalle sapienti mani del regista e direttore artistico Francesco Chianese consente di lasciarsi alle spalle il caldo, le preoccupazioni, la stanchezza e la noia non appena varcato l’ingresso del borgo delle favole. Un’esperienza unica, da vivere fino in fondo. Per i bambini, un avvertimento ed una missione: non accettare la mela dalle mani di Grimilde e cercare dove si sono nascosti i sette nani, che sono usciti ed hanno lasciato Biancaneve sola soletta nella loro casetta.