Giustizia – Campania, in dieci anni spariti oltre mezzo mln di reati

0
4

Giustizia – Centotrenta reati al giorno completamente cancellati. Circa quarantottomila nel corso di un anno. Trentaduemila persone che nel 2007 hanno usufruito della prescrizione. Lo scandalo della giustizia in Campania viene fotografato in maniera cruda dai dati del Ministero della Giustizia. Cifre che fanno a dir poco riflettere e che parlano di oltre mezzo milione di reati ‘scomparsi’ negli ultimi dieci anni. Le statistiche, riferite all’ultimo dato disponibile del 2007 parlano di “39.930 reati estinti per prescrizione” nel solo distretto della Corte d’Appello di Napoli. In tutta Italia difficile trovare una cifra simile che potrebbe essere sfiorata solo sommando i distretti di Roma, Milano e Genova, con un totale di 39.870.
Il dato partenopeo supera quello degli interi distretti del Centro Italia (29.348). Calcolando anche Salerno, che conta 7.851 reati estinti per prescrizione, il dato complessivo campano è agghiacciante con 47.781 accuse ‘cancellate’ in un anno.
Analizzando il trend degli ultimi dieci anni si scopre che in Campania la giustizia ‘ha inghiottito’ circa 571.930 reati. Oltre mezzo milione di imputazioni svanite: 473.972 a Napoli e 97.958 a Salerno.
Se le accuse spariscono, per il principio della compensazione qualcuno dovrà pur beneficiarne.
Tantissimi: in un anno 32.671 persone si sono viste cancellare almeno un’accusa a Napoli, 5.183 a Salerno. Negli ultimi dieci anni inoltre ci sono state 466.146 persone beneficiarie della prescrizione: colpevoli che l’hanno passata liscia per il rotto della cuffia grazie alla giustizia dei rinvii, dei cavilli, delle formalità. O, magari, innocenti che non hanno potuto dimostrare la loro estraneità ai fatti. Il dato globale è chiaro: quasi mezzo milione di persone era accusato di un reato. E non è mai stato giudicato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here