Giordano (Sel): “La scuola deve essere uguale per tutti”

0
118

«La riforma della scuola rispecchia la società e mette nelle mani di chi gestisce il potere un qualcosa che dovrebbe essere libero ed accessibile a tutti. Il Ministero sceglierà i presidi che daranno la precedenza agli amici». Giancarlo Giordano, deputato di Sinistra e Libertà, in occasione del confronto con la cittadinanza attiva, tenutosi a Grottaminarda nella sede dell’Unione dei Comuni Terre dell’Ufita, evidenzia come la riforma della scuola è vantaggio di pochi privilegiati e non dell’intera collettività.

«Intendiamo fermare questo provvedimento, battendoci prima al Senato e poi per un apposito referendum. Vogliamo istituzioni libere e democratiche. Qualcuno deve ricordarsi che non viviamo nel paese di Harry Potter, dove le porte si aprono da sole. Senza il personale, i segretari e gli addetti alle pulizie non avremo un ambiente accogliente per la formazione».

Raffaele Aurisicchio, candidato al Consiglio regionale della Campania, invece, mette in risalto le mancanze del centrodestra di Caldoro rispetto al tema. «Siamo l’unica Regione dove non ci sono soldi per le borse di studio. Gli studenti non hanno gli strumenti per far valere l’uguaglianza. Chi nasce in Irpinia è più svantaggiato rispetto a chi vive in altre parti del Paese».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here