SALA STAMPA/ Rastelli celebra l’impresa: “Avellino, adesso non fermarti”

0
77
Massimo Rastelli Avellino Calcio

La Spezia – Un briciolo di apprensione per un lieve malore nel post partita, poi la ripresa ed il commento lucido e appassionato in sala stampa. Massimo Rastelli rassicura tutti: “E’ stato solo un calo di pressione, la partita è stata molto intensa ed emozionante. Sono cose che possono capitare”. Il suo Avellino ha conquistato le final four dei play-off promozione.

“I ragazzi hanno interpretato la partita in maniera straordinaria – spiega il tecnico biancoverde piuttosto provato dalla giostra di emozioni e sentimenti provati nell’arco di tutta la partita – sapevamo di dover fare la gara ma allo stesso tempo anche di stare attenti a concedere il meno possibile. Siamo andati in vantaggio ma l’espulsione immediata ci ha complicato i piani perché Arini per noi è un uomo fondamentale in grado di tappare tutti i buchi. Di conseguenza ho dovuto spostare Sbaffo, ma abbiamo condotto in porto il vantaggio fino all’intervallo. Nella ripresa – ha continuato Rastelli – lo Spezia ci ha raggiunto ma ho chiesto ai miei ragazzi di non snaturarci e soprattutto agli attaccanti grande sacrificio. Dovevamo assolutamente arrivare ai supplementari e cercare l’episodio a nostro favore. Fortunatamente è arrivato con Comi che ci ha permesso di vincere la partita”.

Gli attaccanti determinanti per il cosiddetto lavoro sporco: “Mokulu è stato straordinario nell’attirare su di sé l’attenzione dei difensori – ha detto Rastelli – Sta dimostrando di non essere una meteora. Pian piano sta acquistando la condizione ed una certa continuità. Ho voluto mantenere le due punte nonostante l’inferiorità numerica e la scelta ha pagato. Non dimentichiamo comunque che abbiamo centrato questa impresa senza il nostro bomber Castaldo che cercheremo di recuperare per la gara di ritorno col Bologna”.

L’ostacolo più duro è stato superato. Ora il doppio confronto con i felsinei da affrontare con un entusiasmo sconfinato: “Non vogliamo più fermarci – ha confessato il trainer dei lupi – questa sera abbiamo dato una grande dimostrazione di forza. Con questa carica le partite si preparano da sole. Da parte mia dovrà scegliere soltanto l’undici da mandare in campo. Il resto lo faranno l’entusiasmo e lo stadio che mi auguro sia veramente pieno per spingerci verso la finale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here