Gesualdo-In manette un 33enne per furto e guida in stato di ebbrezza

0
42

Gesualdo – Si è macchiato di due reati commessi contemporaneamente: furto di autovettura e guida sotto l’effetto di alcool. Ad incastrarlo è stata la sua spericolata fuga terminata contro la recinzione di una proprietà privata. E’, questo, in sintesi quanto accaduto in prossimità del comune di Gesualdo ad un 33enne. C.G., queste le iniziali dell’uomo, è stato tratto in arresto dai Carabinieri della Compagnia di Mirabella Eclano, guidati dal Tenente Marco Iannucci, e dopo l’espletamento delle procedure di rito è stato associato alla Casa Circondariale di Sant’Angelo dei Lombardi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente. Il 33enne, secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti, con destrezza è riuscito a rubare un fuoristrada, nello specifico un Nissan Patron, in una zona alla periferia di Bonito. Dove è riuscito a forzare la serratura ed a mettere in moto il veicolo, ha ingranato la marcia e si è dato, a velocità sostenuta, alla fuga. Sono stati alcuni automobilisti ad allertare le Forze dell’Ordine in quanto preoccupati dal procedere a ‘zig zag’ del fuoristrada. All’arrivo dei Carabinieri, avvenuto dopo poco la segnalazione alla Sala Operativa del “112”, il 33enne era riverso sul volante del fuoristrada privo di coscienza: l’uomo si era schiantato prima contro un palo dell’energia elettrica per poi finire la folle corsa contro una recinzione. Fortunatamente, C.G. non ha riportato alcuna ferita ma era evidente il suo stato di ebbrezza. Accertati i reati, l’uomo è stato tradotto in Carcere con le accuse di furto aggravato, guida in stato di ebbrezza e danneggiamenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here