FOTO / In Prefettura un albero fatto dai bambini. Spena: “Spero che il 2020 sia per l’Irpinia un anno di sviluppo”

FOTO / In Prefettura un albero fatto dai bambini. Spena: “Spero che il 2020 sia per l’Irpinia un anno di sviluppo”

18 Dicembre 2019

Alpi – Non salta una classe. Vuol parlare con ognuna di loro e, se potesse, anche con ogni bambino. Negli occhi del Prefetto c’è la classica gioia del Natale. Dona e riceve emozioni in questo giorno così speciale, con Palazzo di Governo che si apre ancor di più alla città. “Partendo dai bambini, il messaggio è che la Prefettura e le istituzioni sono sempre più vicine al territorio”, dice Paola Spena. “Vogliamo condividere sia i momenti belli che quelli difficili, nella speranza che ce ne siano il meno possibile. La Prefettura è al servizio dei cittadini e della città. La scuola e i bambini sono il nostro futuro”.

Sotto quel bell’albero al centro del cortile della Prefettura, cosa vorrebbe trovare il Prefetto Paola Spena? “Il mio augurio è che per l’Irpinia sia un anno ricco di speranza e che sia una grande collaborazione tra le istituzioni ed il territorio. Mi auguro un anno di sviluppo, ci sono tante valide realtà imprenditoriali in provincia di Avellino, spero possano essere da traino per i giovani e che il 2020 sia un anno di tranquillità per famiglie e lavoratori”.

Legge con entusiasmo, il Prefetto, la Costituzione scolastica, un’idea geniale di una classe, con una serie di regole belle ed interessanti. Nel cortile, ci sono anche il Provveditore Rosa Grano che, insieme ai bambini addobba l’Albero, mentre il Prefetto continua nel suo giro. E ci sono i vigili del fuoco che distribuiscono, tra l’altro, cappelli rossi. C’è una delegazione di alunni del 5° circolo Palatucci e 6° circolo Perna-Dante e del 2° circolo Via Roma e Convitto Pietro Colletta. I Vigili del Fuoco, inoltre, con un mezzo a sviluppo tridimensionale, hanno permesso ai piccoli studenti irpini di addobbare l’albero, per la loro gioia. Presente anche Sasha, il cane pompiere del Comando di Avellino.