FOTO E VIDEO / “Avellino è ricca di storia e cultura, merita palcoscenici importanti”. La sfida di Archeoclub

0
6

 

 

Alfredo Picariello – Buona la prima. E’ proprio il caso di dirlo per Archeoclub Avellino che la settimana scorsa ha dato il via in maniera ufficiale alla propria attività con un’iniziativa molto bella: un confronto che si è tenuto davanti lo splendido Murale della Pace, una vera e propria chicca, un tesoro, che il capoluogo irpino custodisce gelosamente all’interno della Chiesa di San Francesco d’Assisi, a rione Ferrovia.

L’iniziativa è stata ricca di spunti, grazie alla partecipazione in primis dell’autore del Murale, realizzato nel 1965 dal maestro Ettore De Conciliis. E’ intervenuto anche il sindaco di Avellino, Gianluca Festa, il quale ha annunciato di voler candidare il Murale come patrimonio dell’Umanità. Un lavoro che sarà sicuramente appoggiato da Archeoclub che, poco tempo fa, ha eletto presidente della sezione di Avellino Ilenia D’Oria.

Con lei, abbiamo fatto una piacevole chiacchierata nel consueto appuntamento di “Irpinia Società”. Abbiamo scoperto una donna ricca di talento e di voglia di fare. L’associazione ha avuto il merito di accendere nuovamente i fari sul “Murale della Pace”. Ma nel cassetto ci sono già tante altre iniziative. “Vogliamo partire dal centro storico di Avellino”, annuncia D’Oria.

Ma il suo obiettivo è di coinvolgere anche le scuole e le altre associazioni presenti sul territorio. Ed il teatro.