Festa: “C’è l’offerta di D’Agostino da mezzo milione di euro. Attendiamo un sì o un no”

Festa: “C’è l’offerta di D’Agostino da mezzo milione di euro. Attendiamo un sì o un no”

24 Luglio 2019

Renato Spiniello – Dopo la manifestazione d’interesse dei giorni scorsi, ecco l’offerta: Angelo D’Agostino è uscito allo scoperto con il suo gruppo, per il tramite dell’avvocato Teodoro Reppucci, anche attraverso un comunicato stampa ufficiale, per dimostrare il proprio concreto interesse per l’acquisizione dell’intero pacchetto azionario dell’Avellino calcio.

Ad annunciarlo è il sindaco Gianluca Festa. “Abbiamo una notizia – svela soddisfatto il primo cittadino – c’è la possibilità di vendere l’Avellino calcio, c’è chi vuole comprarlo e ora attendiamo solo la scelta di Gianandrea De Cesare, di Claudio Mauriello e di conseguenza del custode giudiziario e della triade commissariale”.

L’offerta formale, giunta tramite Pec, contiene anche la cifra per l’acquisizione del pacchetto azionario: si tratta di 500.000 euro più i debiti. “Un’offerta alla cieca, visto che non si conosco debiti e crediti e dal mio punto di vita più che dignitosa per una squadra di Serie C senza neanche un giocatore sotto contratto. La domanda ora va posta alla società: vendete o continuate?” dice Festa. In caso contrario, il sindaco, che ieri sera ha avuto un colloquio con commissari e custodi, assicura che l’attuale proprietà ha piena possibilità di agire per quanto riguarda la composizione di organigramma e rosa dell’Us Avellino, regolarmente iscritta al campionato di Serie C, “poi per quanto riguarda la possibilità di spesa – aggiunge la fascia tricolore – è una domanda che va posta a società e proprietà.

A me – chiarisce il sindaco – interessa poco chi salverà i due monumenti della città: Us Avellino e Scandone. Se D’Agostino, se un altro imprenditore o se l’attuale proprietà: basta che chiunque sia abbia possibilità economica, amore per questi colori e sia disposto a toglierci dalle sabbie mobili. La notizia importante di oggi è che un’offerta formale è arrivata, mi auguro che ne arrivino anche altre, ora dobbiamo solo aspettare la risposta da parte di Sidigas e del pool di commissari, che mi auguro arrivi in tempi brevi”.

Capitolo basket. “Andiamo avanti step by step – spiega Festa – riusciremo a salvarla? Sarà un miracolo. Non ci riusciremo? Avremmo fatto di tutto per salvarla. Al momento c’è un’organigramma, diversamente dal calcio, e quindi si può procedere con gli acquisti. Quello che serve è una sponsorizzazione e io mi impegnò personalmente per trovarla”.