VIDEO/ Fede e giustizia, Montefredane dedica la piazza di Alimata al giudice ragazzino

0
986

“Un giovane giudice che credeva nelle Istituzioni”. E’ questo il motivo dell’intitolazione della piazza della frazione Alimata di Montefredane al giudice Rosario Livatino, il magistrato siciliano che, per la sua azione di contrasto alla criminalità, venne assassinato ad Agrigento nel 1990, a soli 38 anni.

Alla cerimonia, che si è svolta questo pomeriggio, ha preso parte il sindaco di Montefredane Ciro Aquino e il Procuratore capo della Repubblica di Avellino Domenico Airoma, biografo del “giudice ragazzino”. Inaugurata, alla presenza dei bambini che hanno partecipato al campo estivo, anche un’opera del maestro Giovanni Aquino.