False segnalazioni di Coronavirus sui social: due denunce a Serino

0
27
I carabinieri di Serino

I Carabinieri della Stazione di Serino hanno denunciato due uomini ritenuti responsabili del reato di procurato allarme.

I due avrebbero diffuso false notizie su un gruppo Facebook seguito da migliaia di persone circa la presenza nel Serinese di un cittadino affetto da Coronavirus.

A seguito di ciò, i carabinieri di Serino hanno avviato le indagini riuscendo ad identificare i presunti responsabili: si tratta di un 40enne e di un 60enne, entrambi del capoluogo irpino che, alla luce delle evidenze emerse, sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

La tempestività delle indagini svolte dai Carabinieri ha permesso di mettere il punto, in tempi brevissimi, ad una delicata situazione di ordine e sicurezza pubblica che stava destando grande preoccupazione ai cittadini dell’intera area.

Articolo precedenteFamiglia tornata dal Lodigiano: scatta l’isolamento a Solofra
Articolo successivoCoronavirus, a Bergamo la quarta vittima dell’epidemia
Giornalista. Ottimo. Leva (calcistica) dell’86. Sono laureato in Scienze Politiche all’Ateneo di Salerno con tesi in Diritto Amministrativo Europeo e un Master di II livello in Economia e Gestione delle Imprese. Ma la mia è una vita dedicata allo sport, più precisamente al calcio. A raccontarlo ho cominciato sin da piccolo e con Irpinianews, il giornale online al quale mi sento più affine, sto diventando grande. Da due anni in forza alla redazione, prima come cronista di calcio minore e successivamente, anche come inviato, a seguire le vicende dell’Avellino Calcio. Il web è il mio mondo, mi piace catturare e offrire notizie in tempo reale. Ho lavorato presso l’ufficio stampa del Comune di Salerno, con l’agenzia di stampa Mediapress, ho preso confidenza con il mondo dei social network e della condivisione di informazioni.