Facebook e Google, privacy violabile se sospetta attività criminosa

0
4

La notizia proviene da New York. Che fate se qualcuno controlla i vostri account Google e Facebook, per un’indagine che è stata aperta contro di voi? E se non siete nemmeno avvisati di questa “perquisizione telematica”? Il dilemma pende sugli utenti Internet degli Stati Uniti, che potrebbero essere oggetto – senza nemmeno saperlo – delle famigerate National Security Letters, le lettere a difesa della sicurezza nazionale che chiedono informazioni su cittadini sospettati di qualche crimine.
Il problema è che una delle più importanti leggi americane relative alla privacy delle comunicazioni, l’Electronic Communications Privacy Act, risale al 1986, quando cellulari ed email non erano ancora diffusi (e i social media nemmeno esistevano). E così è molto più facile accedere ad un’email o un sms rispetto alla sempre meno usata lettera tradizionale

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here