Exposcuola – Chiude oggi il VI Salone formativo, un bilancio

12 Novembre 2005

Exposcuola – Tempo di bilanci per Exposcuola 2005. Anche la giornata conclusiva del VI Salone del confronto sulle proposte formative dell’Europa e del Mediterraneo ha visto una grande partecipazione di studenti e istituzioni della regione Campania, d’Italia e di altri paesi, non solo continentali.A tirare le somme anche la rappresentanza irpina presente alla manifestazione con 22 scuole e diversi enti pubblici. Tra le iniziative registrate oggi ricordiamo la presentazione degli itinerari di “Vivirpinia”. Il progetto interistituzionale per la promozione e lo sviluppo del turismo scolastico in Irpinia ha fatto conoscere i sei percorsi attivati per l’anno 2006. Ognuno dei quali si svolge in una precisa area comprensoriale della provincia di Avellino: Alta Irpinia, Partenio, Vallo Lauro e Baianese, Valle Ufita, Serinese – Solofrana e Terminio Cervialto. Per ogni itinerario sono stati individuati i siti culturali, paesaggistici ed enogastronomici che gli studenti potranno visitare. Un viaggio tra cultura, tradizione, storia e prodotti tipici.
Riflettori puntati anche sull’artigianato di Mirabella Eclano e in particolare sulle creazioni del maestro impagliatore Giotto Faugno, tra i prosecutori del tradizionale Carro di Mirabella.

I numeri della manifestazione:
Circa 100.000 presenze complessive in quattro giorni – notevole l’afflusso di pubblico ai concerti dei numerosi gruppi musicali che si sono esibiti nel campus universitario di Baronissi, tra cui Dolcenera, Sud Sound System, Frost, Simone Cristicchi – oltre 400 scuole coinvolte, delegazioni straniere provenienti da Francia, Croazia, Grecia, Irlanda, Norvegia, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria, Austria, Inghilterra: il bilancio di Exposcuola 2005 si chiude all’insegna dell’entusiasmo e del collaudato successo di una formula che riesce ad abbinare momenti di riflessione, di spettacolo e di sperimentazione didattica.

La macchina organizzativa: 160 spazi espositivi in un Expovillage di 10.000 mq; 56 laboratori attivati per un totale di 600 ore di formazione; 23 eventi per un totale di 53 ore di spettacolo; 26 percorsi formativi presentati da 120 espositori; 6 Università italiane hanno presentato i propri prodotti formativi; 15 pubblicazioni editate per l’occasione (volumi realizzati in ambito all’azione denominata Staffetta di Scrittura Creativa); un Planetario visitato da 500 circa giovani ogni giorno; 6 aree tematiche (Area della Fantasia e della Creatività; Area dell’Impegno Civile e della Cittadinanza Attiva; Area dell’Innovazione e della Sostenibilità; Area dell’Identità e della Solidarietà; Area del Viaggio come Laboratorio; Area Frontierart).

Evento centrale il forum: “Il sogno della politica: Il ruolo della cultura per la qualificazione della società contemporanea”. Sono intervenuti Virgilio Zapatero Rettore dell’Università di Alcalà de Henares (Madrid); Maria Paola Fimiani, Pro-Rettore dell’Università degli Studi di Salerno, Andrea Iovino Direttore Artistico Bimed, Marco Calabria Presidente della Cooperativa Editrice del settimanale Carta.

Subito dopo il forum: L’Assessore alla Pubblica Istruzione della Provincia di Salerno, Pasquale Stanzione, ha consegnato a Virgilio Zapatero il Premio Internazionale Exposcuola per la Cultura.
Virgilio Zapatero, ordinario di Filosofía del Diritto, Morale e Politica, è Rettore dell’Università di Madrid. “Il futuro è nelle aule” è il punto focale del suo programma formativo che ha come riferimento la necessità di recepire con maggiore attenzione le istanze degli studenti. Virgilio Zapatero (nato nel giugno del 1946 a Cisneros -Valencia) ha al suo attivo un cospicuo numero di pubblicazioni e di presenze in seminari, conferenze e attività di cooperazione internazionale.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.