Droga nelle carceri di Ariano e Avellino con i droni, Luca Abete spiega il “metodo”

0
3336

Droga nelle carceri di Ariano e Avellino con i droni, Luca Abete spiega il “metodo”. L’inviato di Striscia la Notizia, nel corso della popolare trasmissione andata in onda questa sera su Canale 5, ha svelato come i malviventi riescono ad introdurre nei penitenziari – il caso più recente quello di Secondigliano – droga, che viene poi spacciata all’interno degli istituti di pena – e telefonini.

Questo succede nonostante le carceri, nei dintorni, abbiano dei sistemi che non consentono ai droni di volare. I droni vengono però “modifcati” da persone esperte, consentendo ai mezzi di riuscire a penetrare nei penitenziari, ovviamente non solo quelli campani, ma di tutto il Paese.