Donne negli enti e non solo: D’Amelio presenta la delibera

0
4

Regione – Un atto che apre ad una straordinaria innovazione nel campo delle Pari Opportunità. Questo è il primo atto in Italia che imprime una accelerazione concreta e che impegna la Regione a rispettare una pari presenza di donne e uomini nelle nomine di propria competenza negli Enti e nelle aziende di proprietà o partecipate della Regione Campania stessa”. Con queste parole l’Assessora alle Pari Opportunità della Regione Campania, Rosa D’Amelio, ha dato il via alla manifestazione di presentazione dei contenuti e delle future iniziative a favore dell’atto appena approvato dalla Giunta regionale che si è tenuta questa mattina a Palazzo Armieri a Napoli. Presenti all’incontro al tavolo con l’Assessora D’Amelio, la senatrice Anna Maria Carloni presidente anche di Emily Campania, le deputate Rosa Suppa e Maria Fortuna Incostante, l’Assessora all’Urbanistica della Regione Campania Gabriella Cundari, Luisa Cavaliere direttore editoriale del “Filo di perle” rivista edita dall’Assessorato alle Pari Opportunità della Regione Campania, Luisa Menniti dell’Assessorato regionale alle Pari Opportunità. “C’è la necessità – ha dichiarato l’Assessora D’Amelio – che si crei una sinergia e una rete tra tutte le donne. Il primo banco di prova per questo provvedimento sarà ad ottobre quando molte nomine sono attese in diversi enti. L’attenzione deve andare oltre e concentrarsi in particolar modo sullo statuto e sulla legge elettorale che presto impegneranno il Consiglio regionale della Campania e con il lavoro comune delle donne impegnate nelle istituzioni nazionali la questione dovrà finire sul banco del governo”. Una considerazione rispresa dalla senatrice Anna Maria Carloni che ha sottolineato più volte la decisione assunta dalla Giunta regionale. “E’ una delibera che per la prima volta dà concretezza e applica i principi delle Pari Opportunità contenute nella Costituzione italiana. L’impegno delle donne non mancherà per risollevare la questione della presenza delle donne in politica e nelle diverse istituzioni anche nazionali”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here