Democratiche – Ciriaco de Mita: leadership riconosciuta e collaudata

0
13

Un comunicato a supporto della candidatura di Ciriaco De Mita ma anche con motivazioni che coinvolgano la società civile; così le Democratiche Irpine, per la parte Margherita, con Repole, Raduazzo e Martino evidenziano la loro linea. “In Irpinia esiste una realtà vitale di donne interessate a partecipare ai processi politici che forgeranno il Partito Democratico, sia sotto il profilo organizzativo che sotto il profilo politico e programmatico. La nascita del nuovo partito può costituire una grande speranza di rinnovamento della politica. Oltre al dibattito sul profilo culturale e valoriale, interessano altri punti importanti dai quali potrà dipendere la riuscita del progetto. In primo luogo, si avverte l’esigenza che il nuovo soggetto politico venga connotato come il punto di arrivo di una esperienza storica nazionale di culture politiche alleate sin dalla nascita, nel 1995, dell’Ulivo, ma dialoganti sin dalla costituente. Inoltre, non è dettaglio irrilevante l’agibilità democratica del nuovo partito: deve esserci la consapevolezza che l’attuale processo costituente non può essere un fatto riguardante solo i partiti fondatori, ma deve coinvolgere “in modo vero” le forze della società civile ed i cittadini, molti giovani e tante donne. E per essere concrete ci vuole un mix di storia “democratica autorevole” di “discontinuità nei metodi”, di “innovazione” nell’organizzazione. Pertanto abbiamo bisogno di leadership riconosciute e collaudate. La politica non ha bisogno di uomini della Provvidenza, ma di “liberi e forti” sì. Da sempre, questa esigenza è stata meglio assicurata non dal plebiscitarismo, ma dalla canalizzazione politica. Per questo il Pd deve nascere e svilupparsi come sede di selezione di un gruppo dirigente fatto di uomini e donne “signore delle idee” prima che delle tessere. Ciò rende superabile la fragilità che finora ha contrassegnato la consistenza dei partiti: rende robusta la capacità di aggregazione, aprendo una stagione di superamento della frammentazione della rappresentanza politica. Per questo possente lavoro di reimpostazione è importante una leadership riconosciuta, autorevole, radicata sul territorio di grande esperienza. Crediamo che la leadership di Ciriaco de Mita sia la più giusta per guidare la formazione di “più anime in un solo corpo che esprimono intrecci di esperienze passate che rinunciano a cristallizzarsi, ma che vogliono riaggregarsi per dare più vigore alla partecipazione. Quindi un gruppo dirigenti forte di adesione, di proposte, di spirito di servizio. Leadership che consentano dialettica interna e sintesi operativa. Gruppo dirigente di uomini e donne, ma soprattutto tanti giovani scelte per competenze e non per appartenenze. Soltanto in questo modo si potrà prospettare un recupero di consenso rispetto all’attuale momento. Questo PD può alimentare speranze, rinvigorire impegno, puntare a successi. Rosanna Repole, Marisa Raduazzo, Donatella Martino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here