De Mita: “Io e Mancino unici candidati e nessuno si monti la testa”

9 Gennaio 2006

Sperone – Il leader nuscano Ciriaco De Mita ha incontrato i giovani, i dirigenti rappresentanti del partito nel convegno organizzato dal presidente della Comunità Montana Vallo Lauro Baianese Franco Vittoria dal tema la Margherita che cambia, le nuove generazioni e la legge elettorale. Un incontro chiarificatore e soprattutto di indirizzo per affrontare un nuovo ed importante appuntamento elettorale: le Politiche del prossimo aprile. Come al solito, il coordinatore della Margherita non ha mancato di rimarcare l’importanza di un maggiore radicamento del partito sul territorio. Un lucido excursus che ha toccato temi bollenti quali la legge elettorale “truffaldina”, la legge finanziaria che ‘penalizza’ il Sud, l’importanza dei giovani in politica… Non manca chiaramente di porre l’accento sulle candidature protagoniste della competizione elettorale. E di richiamare chi, “si è montato la testa. Un riferimento implicito ma che ha un nome e cognome preciso: Enzo De Luca(ndr).
“Qualcuno dopo le regionali si è montato la testa. Pensa che il risultato sia frutto personale e non del partito”.
Stilettate a Gargani e a Mastella definito “politico degli spiccioli”. Affondi che non risparmiano nemmeno D’Ercole. “Ho saputo di un suo collega deputato che ha depositato una denuncia per abuso di ufficio. E’ scusato visto che è un cancelliere e dunque non conosce il diritto”. E ancora un ritorno sulla questione informazione locale ‘drogata’.
“Mi sembra che gli intrecci tra interesse e informazione tentino di condizionare la politica, influenzandolo sotto forma di ricatto”. E per quanto riguarda i nomi, precisa: “li farò presto”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.