Cusano (Lega), crisi idrica: all’attacco dell’Alto Calore

Cusano (Lega), crisi idrica: all’attacco dell’Alto Calore

14 Settembre 2020

Generoso Cusano, capolista irpino di Lega, va all’attacco dell’Alto Calore Servizi. “Paesi a secco di continuo. La condotta idrica fa acqua da tutte le parti e Ciarcia dov’è? E la Regione? Che fa per sopperire a una crisi epocale? L’Irpinia ha un bacino imbrifero di fama mondiale e puntualmente sta a secco” incalza Cusano.

“Possibile che in cinque anni di governo De Luca – continua il candidato -non sia stato fatto nulla per mettere mano alle condotte idriche obsolete della nostra provincia, serbatoio idrico della Campania? Possibile che la conduttrice continui ad essere così disastrosa?”

“Invece di pensare a risolvere l’emergenza idrica irpina – dichiara Cusano – il presidente dell’Alto Calore va in giro a chiedere consensi. Ad Ariano conviviamo con questo disagio e così in altri paesi irpini. Ma è una situazione inammissibile che sa soprattutto di arretratezza. Il Partito Democratico – conclude Cusano – non solo fa acqua da tutte le parti come l’ACS, ma sta anche con l’acqua alla gola”.