Crotone – Avellino, il pagellone dei lupi: Insigne unica luce nel black-out biancoverde

Crotone – Avellino, il pagellone dei lupi: Insigne unica luce nel black-out biancoverde

9 Novembre 2015

IL MIGLIORE. Insigne 6,5 – Lascia a bocca aperta la platea dello “Scida” con un missile terra aria che Cordaz può solo accompagnare con lo sguardo in rete. Uno scossone d’autore ma tardivo per il tentativo di rimonta biancoverde.

Frattali 5,5 – Torna a capitolare dopo 247 minuti in una circostanza rocambolesca. Il tre su tre del Crotone lo castiga oltremodo costringendolo ad una notte insonne.

Biraschi 5,5 – Si fa bruciare da Martella libero di andare al cross per Zampano che ringrazia e realizza il primo gol. Una macchia imperdonabile per il giovane difensore biancoverde che, a parte questo episodio, è sembrato a suo agio sulla fascia.

Chiosa 5,5 – Se il gol di Zampano fosse stato annullato non sarebbe stato affatto uno scandalo. Il difensore subisce infatti una spinta mentre tenta di salvare sulla linea, poi perde il controllo della situazione nella ripresa.

Ligi 5 – Primo tempo all’altezza. Nel secondo invece vacilla un po’ troppo. Tesser lo vuole a tutti i costi in campo ma la resa non è ottimale, come quando fa girare troppo agevolmente Budimir per la terza marcatura rossoblu.

Visconti 5,5 – Senza sbavature nella prima parte di gara, poi si arrende sul gol di Ricci che lo beffa con il tacco in marcatura. Un passo indietro per lui dopo le ultime due buone prestazioni.

D’Angelo 5,5 – Ha voglia di spaccare il mondo e si vede in avvio. E’ tuttavia poco reattivo sullo sviluppo dell’azione del primo gol (dal 18’ st Insigne 6,5).

Jidayi 5,5 – Meno lucido del solito, alterna buone cose ad altre meno buone nella fase di contenimento del raggio d’azione rossoblu a centrocampo. Se i rifornimenti mancano, la manovra ne risente inevitabilmente.

Arini 5,5 – Pasticcia sul gol di Zampano dando vita ad un mix di errore e sfortuna che lo ha visto già protagonista contro il Brescia. Dalle stelle di Terni alle stalle di Crotone.

Gavazzi 6 – Partita di quantità e qualità soprattutto nel momento migliore dell’Avellino. Abbandona il campo esausto. Si dimostra elemento duttile. (dal 36’ st Napol sv).

Bastien 6  – Vive di troppe pause nel match ma la sua presenza tra le linee è preziosa dal momento che si inserisce creando apprensione alla difesa crotonese con due conclusioni pericolose. E’ l’arma imprevedibile ma ad intermittenza di Tesser (dal 12’ st Zito 5 – Non incide in fase offensiva, anzi è piuttosto inconcludente. Entra a partita già piuttosto compromessa, ma da lui ci si aspetta una reazione d’orgoglio e sostanza dopo le ultime panchine).

Mokulu 6 – Si fa luce tra le strette maglie difensive rossoblu con un paio di buone occasioni, una nel primo tempo e una nel finale. I centrali crotonesi lo controllano a fatica.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.