Cronaca – Carnevale sicuro: foglio di via per cinque cacciatori

0
2

Articolata attività dei Carabinieri della Compagnia di Montella in concomitanza con le numerose manifestazioni di piazza di questi ultimi giorni di Carnevale, in diversi comuni dell’Alta Irpinia, in particolar modo a Paternopoli e Montemarano dove si è badato all’ordine pubblico legato alle tradizionali sfilate di carri e maschere. Attenzione anche per gli incontri di calcio minore che ogni fine settimana vengono disputati presso gli impianti sportivi comunali. L’operazione è stata svolta nell’ambito del consolidato dispositivo di piano coordinato di posti di controllo del territorio pianificato dal Comando Provinciale di Avellino con mirati servizi di vigilanza sulla circolazione stradale interessando tutte le arterie stradali principali, SS. 7 “Ofantina bis”, la SS. 400 “Vecchia Ofantina” e la SS. 91 “Fondo Valle Sele” che hanno di garantito una maggiore azione di prevenzione dei reati in genere e per scoraggiare le azioni di eventuali malintenzionati. Sono stati impiegati circa 50 uomini, in uniforme ed in abiti civili nonché 18 autovetture sulle arterie stradali e località turistiche del territorio. Il servizio, denominato “Week-end sicuro”, già rafforzato, e dimostratosi molto efficace anche in altre analoghe occasioni, si è svolto attuando un massiccio controllo del territorio sia in relazione all’ordine e sicurezza pubblica sia all’ispezione della circolazione stradale, con particolare attenzione alle violazioni delle norme sulla sicurezza stradale (uso cinture di sicurezza, uso improprio del telefonino, sorpassi in prossimità di curve, sorpassi sotto le gallerie, mancato uso dei dispositivi ottici e comportamento degli utenti sulla strada) e sul rispetto dei limiti imposti riguardo la velocità da tenere, mettendo a rischio l’ incolumità propria e degli altri. In particolare, è stata assicurata una specifica attività di contrasto alle ‘stragi del sabato sera’ attraverso controlli sia all’interno e soprattutto all’esterno dei numerosi locali pubblici, per verificare le eventuali alterazioni delle condizioni psicofisiche dovute ad assunzione di alcolici o stupefacenti dei conducenti di autovetture nella zona. Sono stati denunciati tre giovani perché sorpresi alla guida delle proprie autovetture in evidente stato ebbrezza. A tutti sono state ritirate le patenti di guida e sequestrate le autovetture. Altri cinque ragazzi, tra cui due ragazze, di età compresa tra 18 ed 25 anni, sono stati segnalati alla Prefettura di Avellino quali assuntori di sostanze stupefacenti perchè trovati in possesso di modiche quantità di droga detenuta per uso personale. Inoltre i Carabinieri hanno elevato nei confronti degli automobilisti più indisciplinati contestazioni per un importo complessivo di oltre 6mila euro, nonché quattro patenti e cinque libretti di circolazioni ritirati, per infrazioni varie. Particolare attenzione alla presenza di numerosi cacciatori provenienti dalle province limitrofe con controlli finalizzati alla prevenzione e la repressione dei reati connessi al bracconaggio. Nell’ambito dei servizi, i militari, grazie alla proficua attività info-operativa e confortati anche da alcuni spunti informativi derivanti dall’approfondita conoscenza dell’ambiente e della realtà locali, hanno sequestrato armi e munizioni utilizzate illecitamente per la caccia che richiami acustici a funzionamento elettromagnetico non consentiti nell’attività venatoria. I controlli, inoltre, hanno permesso di verificare che a carico di alcune persone controllate, provenienti dal salernitano e dall’hinterland napoletano c’erano numerosi precedenti penali e non figurando alcun valido motivo che potesse legittimare la loro presenza sul territorio. Subito è stato attivato il procedimento per il rimpatrio con foglio di via obbligatorio, così da escludere nuove trasferte dei cinque pregiudicati nella zona. Numerosi anche gli esercizi pubblici controllati. Sono state elevate alcune contravvenzioni amministrative ad avventori che, dopo avere alzato troppo il gomito, in evidente stato di ubriachezza molesta, avevano iniziato a dar fastidio agli altri clienti. I Carabinieri hanno contestato agli esercenti non in regola, sanzioni amministrative per un valore di oltre 16mila euro, per infrazioni alla normativa di settore e carenze igienico sanitarie. Controllati e contravvenzionati, anche venditori ambulanti che senza alcuna autorizzazione e concessione esercitavano la vendita di capi abbigliamento e articoli per la casa. Tutti i prodotti, per un importo complessivo di 5mila euro, sono stati posti a sequestro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here