Crollo del ponte Morandi: chiesto processo per Castellucci e Autostrade

0
719

Arriva la richiesta da parte della procura di Genova di rinvio a giudizio per i 59 imputati nell’inchiesta sul crollo del Ponte Morandi, avvenuto il 14 agosto del 2018 provocando la morte di 43 persone.

Tra gli imputati per i quali è stato chiesto il rinvio nell’ambito dell’udienza preliminare figurano anche l’ex numero uno di Aspi, Giovanni Castellucci, e le due società Autostrade per l’Italia e Spea (la controllata che si occupava delle manutenzioni).

I reati contestati sono, a vario titolo, omicidio stradale, omicidio colposo plurimo, falso, attentato alla sicurezza dei trasporti e rimozione dolosa dei dispositivi di sicurezza sui luoghi di lavoro. Da mesi prosegue il calendario delle udienze preliminari stilato dal gup Paola Faggioni che dovrà decidere in merito alle richieste dei due pm titolari del fascicolo, Massimo Terrile e Walter Cotugno.

Castellucci andò a processo per la strage del bus di Monteforte Irpino, finito poi assolto anche se sulla decisione del giudice del tribunale di Avellino pende il giudizio in Appello.