Crisi Fma – Zaolino: “Dal vertice di Roma segnali incoraggianti”

0
2

Avellino – Si respira un’aria di moderato ottimismo tra i sindacati dei metalmeccanici irpini all’esito dell’incontro a Palazzo Chigi tra Governo, organizzazioni sindacali e rappresentanti industriali. Secondo Giuseppe Zaolino (Fim-Cisl) “… il Governo, così come ribadito lunedì nel corso del vertice presso il Ministero dello Sviluppo Economico, ancora una volta vuole venire incontro a quelle che sono le esigenze degli stabilimenti di Pratola Serra. Già da lunedì prossimo saremo in grado di dire qualcosa in più circa il pacchetto di interventi annunciato da Scajola”. Il Governo metterà sul tavolo più di 300 milioni di euro per affrontare l’emergenza nel comparto auto, “… ma questi fondi – precisa Zaolino – verranno impegnati per gli incentivi alla nuova rottamazione”. Nel corso del summit, è emerso che il pacchetto di interventi sarà orientato verso misure per il rinnovo del parco circolante (incentivi rottamazione) e collegato ad obiettivi di compatibilità ambientale; inoltre sarà assicurato il sostegno alla ricerca per nuovi prodotti meno inquinanti. “Sono segnali incoraggianti per gli stabilimenti irpini della Fiat – continua Zaolino – poiché le caratteristiche dei nuovi motori si interfacciano positivamente con quelle che saranno le produzioni future alla Fma, a prescindere dalla distribuzione delle commesse”. “E’ passato il principio secondo cui il Governo premerà affinchè Fiat investa in Italia – aggiunge –. Aspettiamo adesso di conoscere i provvedimenti: le premesse sono buone ed in linea con i ragionamenti fatti negli ultimi 20 giorni”. In ultima analisi,secondo Zaolino, la somma che il Governo potrebbe mettere a disposizione per fronteggiare la crisi dell’auto “… appare insufficiente se confrontata alle cifre tirate in ballo in Francia ed in Germania per contrastare i disagi nel settore auto”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here