“Compriamo un po’ meno online e spendiamo di più sotto casa. Le nostre attività sono sicure”. Commercio in ginocchio, si prova a reagire

“Compriamo un po’ meno online e spendiamo di più sotto casa. Le nostre attività sono sicure”. Commercio in ginocchio, si prova a reagire

6 Novembre 2020

Alfredo Picariello – “Tutti pagano dazio, non solo bar e ristoranti”. Giulio De Angelis, coordinatore avellinese della Confcommercio, guarda in faccia alla realtà dopo i provvedimenti governativi e regionali e vede un futuro abbastanza nero per l’intero settore, per l’intero sistema economico di Avellino e di tutta la provincia. Si prova a reagire, in tutti i modi, anche con uno spot che gli esercenti questa mattina hanno girato lungo il Corso, per invitare la gente ad andare a spendere nei loro locali.

“Compriamo un po’ meno online e spendiamo di più sotto casa. E’ un modo per aiutare tutta la comunità”, dice De Angelis. “Se le attività di sommistrazione hanno avuto degli aiuti, cose comunque di poco conto che difficilmente potranno servire a risollevarle, ci sono settori che sono in grandissima difficoltà e che non hanno avuto sovvezioni. Penso ai negozi di abbigliamento. Hanno sostenuto spese elevate sia per mettersi in sicurezza sia per affrontare il Natale. Ma le chiusure anticipate penalizzano anche loro, perché dopo le 18 la città si svuota, non si vede nessuno più in giro. Dunque, è come se anche i negozi di abbigliamento chiudessero alle 18”.

“Ma sono in grande crisi anche le attività commerciali vicine ai luoghi di culto, attività che vivono di turismo religioso. Le limitazioni alla mobilità rischiano di metterci in ginocchio, è in grandissima difficoltà tutto il sistema”.

Ovviamente, il rischio concreto è che altre attività chiudano e che vadano in fumo altri posti di lavoro. “Ne salteranno tanti di posti di lavoro. Ad incidere non sono solo i dpcm o le ordinanze, ma anche il clima di sfiducia generalizzato. Le gente non esce di casa e, se esce, ha paura ad entrare in un bar o in un negozio. Vogliamo lanciare un messaggio di sicurezza ai consumatori. Tutte le nostre attività sono sicure, entrate, è questo il tempo che la comunità si ritrovi attorno ai suoi commercianti che sono l’anima della città”.