Ennio Morricone amato da Avellino: 87 anni e tanti capolavori musicali

Ennio Morricone amato da Avellino: 87 anni e tanti capolavori musicali

10 Novembre 2015

Le musiche di Ennio Morricone sono state usate in più di 60 film vincitori di premi. Basterebbe già questo ad esaltare il genio di questo strepitoso direttore d’orchestra che con le sue colonne sonore ha reso mitiche ed indimenticabili tante scene cinematografiche rimaste scolpite nell’immaginario collettivo.

Il maestro compie ben 87 anni nell’umiltà e nella serenità dimostrate in 60 anni di carriera e nel momento forse più alto della stessa, Il 25 febbraio del 2007 quando, dopo cinque nomination non premiate, gli venne conferito, accompagnato da una standing ovation tributatagli dalla platea, il Premio Oscar alla carriera “per i suoi magnifici e multiformi contributi nell’arte della musica per film”.

Voglio ringraziare l’accademia per questo onore che mi ha fatto dandomi questo ambito premio, però voglio ringraziare anche tutti quelli che hanno voluto questo premio per me fortemente, e hanno sentito profondamente di concedermelo. Veramente; voglio ringraziare anche i miei registi, i registi che mi hanno chiamato con la loro fiducia, a scrivere musica nei loro film, veramente non sarei qui se non per loro. Il mio pensiero va anche a tutti gli artisti che hanno meritato questo premio e che non lo hanno avuto. Io gli auguro di averlo in un prossimo vicino futuro. Credo che questo premio sia per me, non un punto di arrivo ma un punto di partenza per migliorarmi al servizio del cinema e al servizio anche della mia personale estetica sulla musica applicata. Dedico questo Oscar a mia moglie Maria che mi ama moltissimo […] e io la amo alla stessa maniera e questo premio è anche per lei. “ – furono le parole commosse del maestro davanti alla platea losangelina di star internazionali.

La sua fortunata collaborazione con Sergio Leone (erano compagni alle elementari) iniziò nel 1964 con “Per un pugno di dollari” proseguendo per tutta la serie successiva di spaghetti-western diretti dal regista romano: Per qualche dollaro in più, Il buono, il brutto, il cattivo, C’era una volta il West, Giù la testa. Un sodalizio che durò fino all’ultimo film di Leone, il gangster-movie C’era una volta in America, e che gli permise di comporre alcune tra le sue musiche più apprezzate, contribuendo in maniera fondamentale al successo dei film di Leone.

Dagli anni settanta Morricone fu un nome di rilievo anche nel cinema hollywoodiano, componendo musiche per registi americani come John Carpenter, Brian De Palma, Barry Levinson, Mike Nichols ed Oliver Stone. Morricone scrisse le musiche per numerose pellicole premiate all’Academy Award come I giorni del cielo, Mission, The Untouchables – Gli intoccabili, Nuovo Cinema Paradiso. Negli anni ottanta e novanta, Morricone continuò inoltre a comporre musiche per registi europei.

Il maestro è stato in Irpinia al Festival dedicato a Sergio Leone a Torella dei Lombardi. Partecipò all’edizione del 2003 che ebbe come protagonisti Giuliano Gemma, Nino Benvenuti, lo studioso di Leone Marcello Garofalo, quindi Dario Argento, Franco Ferrini. Ennio Morricone rilasciò una lunga intervista a Gianni Minà a cui seguì il concerto dell’Orchestra «Roma sinfonietta» diretta da Andrea Morricone, con le musiche del maestro Ennio tratte dalle colonne sonore dei film di Leone e di altre opere cinematografiche.

Nel 2012 ad Avellino nacque un gruppo facebook di fan finalizzato a promuovere l’idea portare il maestro Ennio Morricone ed ascoltare le sue musiche nel capoluogo irpino.

Nella classifica dei capolavori di Morricone non possono certo mancare: Il Buono, Il Brutto, Il Cattivo; C’era Una Volta Il West; Giù La Testa; L’estasi Dell’oro; Chi Mai; Novecento; Nostromo; Cinema Paradiso, Gabriel’s Oboe, Falls, Come In Cielo Così In Terra.

Morricone continua ad essere fonte di ispirazione anche per gruppi rock come i Metallica che usano il brano L’estasi dell’oro come introduzione per i loro concerti dal 1983, e come i Muse che adottano il brano Man With a Harmonica, tratto da C’era una volta il West come introduzione a Knights of Cydonia.

Quentin Tarantino in Kill Bill e Bastardi senza gloria cita volutamente le musiche di Morricone realizzate per Sergio Leone e per i Fratelli Taviani ed in tutti questi anni lo ha “rincorso” riuscendo a strappare il sì del maestro per la composizione della colonna sonora del suo ultimo film, The Hateful Eight, in uscita a Febbraio nelle sale italiane.

Le coinvolgenti composizioni e gli arrangiamenti di Ennio Morricone trasportano la nostra esistenza in dimensioni temporali ben precise; la musica applicata al cinema che diventa, di fatto, personaggio.

Ennio Morricone, già mito, già icona, nella sua straordinaria semplicità.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.