Emergenza profughi e criminalità, l’allarme di Cantone: “Rischio infiltrazione camorra in Campania”

Emergenza profughi e criminalità, l’allarme di Cantone: “Rischio infiltrazione camorra in Campania”

10 Novembre 2015

Emergenza profughi e criminalità organizzata, il presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (Anac) Raffaele Cantone lancia l’allarme in Campania: “Il sistema Mafia Capitale è esteso ad altre regioni, è più diffuso di quanto non sia emerso”.

Il numero uno dell’Anac è stato ascoltato dalla Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema di accoglienza, identificazione e trattenimento dei migranti.

La Regione Campania sarebbe già attenzionata per la qualità delle strutture che accolgono richiedenti asilo e rifugiati (i cosiddetti Cas, i centri di accoglienza straordinaria gestiti dalle cooperative), in particolare per i centri di accoglienza straordinaria in mano alle coop.

La commissione starebbe programmando blitz ad hoc in Campania “… perché ci sono serissimi dubbi sulla compatibilità tra servizi richiesti e quelli erogati”.

Proprio alla Campania è stata dedicata una parte dell’audizione del Commissario Anticorruzione. “Abbiamo esteso i nostri controlli – ha detto – inviando nuclei Anticorruzione a tutte le stazioni appaltanti in Campania gestite in base alla delega del Viminale. La Guardia di Finanza si è recata in Regione Campania e sono stati acquisiti gli atti, ma non abbiamo ancora una nota conclusive sui riscontri”.

Poi ha sottolineato che in Campania il settore appaltante, “… è stato individuato nella Regione” perché “… sia stata scelta la Regione come centro per la decisione degli appalti proprio non lo so”.

 


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.