Città – Arrestato un 17enne: aveva droga tra calzini, zaino e slip

5 Gennaio 2006

Avellino – Da grande voleva sicuramente diventare il più importante pusher avellinese: da solo era riuscito a mettere in piedi un vero e proprio giro con tanto di clienti abituali. In solitudine aveva stabilito contatti con i fornitori nel napoletano e, personalmente ritirava la merce. E’, in sintesi, quanto accertato dagli inquirenti che dopo settimane e settimane di appostamenti, pedinamenti ed intercettazioni hanno ‘smascherato’ un giovane pusher del capoluogo. A finire nei guai un 17enne di Rione San Tommaso. Il minore era già noto alle Forze dell’Ordine per piccoli precedenti legati principalmente alla droga ma, fino ad oggi, era riuscito a cavarsela con qualche denuncia o segnalazioni. Ora si trova, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente presso il Centro di Prima Accoglienza per i detenuti minorenni dei Colli Aminei a Napoli.
Le manette ai polsi del 17enne sono scattate nella prima mattinata in Piazza Cavour ad Avellino dopo una lungo pedinamento. Ad entrare in azione sono stati i Carabinieri della Compagnia e della Stazione di Avellino, guidati dal Tenente Di Napoli e dal Maresciallo Primo: hanno atteso che arrivasse nel capoluogo irpino il pullman, proveniente dalla città partenopea, sul quale viaggiava proprio il giovane pusher. Quelli che erano solo dei sospetti e degli indizi, dopo poco si sono rivelati veritieri. Gli uomini della Benemerita, sia in borghese che in divisa, hanno circondato la piazzetta. Hanno fatto scendere il 17enne dal pullman e lo hanno bloccato tempestivamente. Dalla perquisizione personale, il minore è stato trovato in possesso di ben venti grammi di eroina per un totale di trenta singole dosi pronte per essere immesse sul mercato. La sostanza stupefacente, acquistata nel napoletano, era stata nascosta all’interno di uno zainetto, nei calzini ed anche negli slip. Il 17enne, studente di mattina ed operaio di pomeriggio con l’hobby per le sostanze stupefacenti, è stato ammanettato ed accompagnato in Caserma. Dopo l’espletamento delle procedure di rito è stato associato alla struttura dei Colli Aminei mentre l’eroina è stata sottoposta a sequestro. (di Emiliana Bolino)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.