Cimarosa, concerto per l’Arma. Bramati: “Nella musica il profumo della legalità”

0
627

È iniziato con l’inno di Mameli il concerto di ieri sera al Conservatorio di Avellino, dedicato al 208° anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri. Ad esibirsi, sul palco dell’Auditorium “Vincenzo Vitale”, l’Orchestra del “Domenico Cimarosa”, diretta dal maestro Marco Serino.

“Vedere il nome di Mozart – ha dichiarato il comandante dei Carabinieri di Avellino, Luigi Bramati – affiancato all’istituzione a cui appartengo, già questo mi fa battere il cuore. Vi ringrazio davvero per questa grande occasione che unisce la cultura a ciò che rappresentiamo, perché quando si vive la cultura necessariamente c’è la legalità. Nella musica ascoltata stasera si è sentito il profumo della legalità”.

Al termine della serata, il comandante Bramati ha donato alla direttrice del Cimarosa, Maria Gabriella Della Sala, un quadro che rappresenta il forte legame dei Carabinieri con l’Irpinia, realizzato per il quarantennale del terremoto dell’Ottanta, “durante il quale – ha raccontato Bramati – l’Arma è stata al fianco delle comunità”. Al presidente del Conservatorio, Achille Mottola, sono stati invece donati lo stemma e la fiamma dell’Arma, come riconoscimento di membro onorario.

“L’arma dei Carabinieri è l’arma della gente, delle comunità – ha concluso il comandante di Avellino – e l’evento di questa sera ci piace pensare che possa essere l’inizio di una collaborazione tra i musicisti del Conservatorio e i nostri, di cui sono presenti alcuni rappresentanti”.