Cgil Campania nel caos, giovedì arriva a Napoli Susanna Camusso

Cgil Campania nel caos, giovedì arriva a Napoli Susanna Camusso

2 Dicembre 2015

Terremoto nella Cgil in Campania.

La leader del sindacato Susanna Camusso piomberà a Napoli domani, dopo le dimissioni presentate ieri sera dal segretario regionale della Campania della Cgil, Franco Tavella, da tutti i componenti della segreteria regionale (Enza Sanseverino, Luigi Savio e Alfonso Viola) e dal segretario della Camera del lavoro di Napoli, Federico Libertino.

Nel capoluogo campano, la Camusso incontrerà – tra i vari – anche Vincenzo Petruzziello, numero uno della Cgil di Avellino, e tutti i responsabili provinciali delle Camere del lavoro del Mezzogiorno.

“Quella delle dimissioni della segreteria regionale è una notizia che è piombata all’improvviso. Vedremo domani quando parleremo con il segretario Susanna Camusso”, questo il commento di Petruzziello.

Secondo fonti vicine al sindacato, le dimissioni di Tavella e degli altri referenti regionali sarebbero irrevocabili.

L’iniziativa di domani, 3 dicembre, che si concluderà venerdì, é programmata da tempo ma è sicuro che, a margine, si parlerà anche delle dimissioni dei dirigenti campani e napoletani della Cgil ai quali, nelle settimane scorse, la direzione nazionale ha fatto una serie di osservazioni sia sul piano delle politiche sindacali attuate in Campania e a Napoli, sia sul piano della gestione delle strutture e dell’organizzazione sindacale.

Osservazioni sono state fatte ai dirigenti campani e napoletani anche per alcune difficoltà economiche che interessano le strutture della Cgil da loro guidate. E appunto Franco Tavella respinge le accuse che hanno portato alla cancellazione degli organi direttivi della struttura e rilancia sulle difficoltà economiche che sarebbero alla base del provvedimento.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.