Castelbaronia – Entra in vigore il primo strumento urbanistico

13 Dicembre 2005

Castelbaronia – L’amministrazione guidata da Carmine Famiglietti ricorderà il 2005 come l’anno dei grandi successi. La giornata di oggi passerà alla storia castellese come il giorno dell’adozione del Piano Urbanistico Comunale. L’ultima seduta di Consiglio ha ufficializzato infatti il battesimo dell’ex Prg. Un traguardo che la squadra amministrativa di Famiglietti ha perseguito con meticolosità e attenzione. “L’adozione del primo strumento urbanistico – ha affermato la fascia tricolore cittadina – rappresenta un obiettivo fondamentale che da sempre questo Esecutivo ha inteso perseguire. E finalmente, dopo anni di intenso lavoro, siamo riusciti a consegnare alla cittadinanza il primo Puc”. Alla realizzazione del piano, curato dall’Ufficio Tecnico comunale, hanno dato un contributo fondamentale gli architetti Francesco Iacoviello e Pasquale Colicchio. Di non meno importanza l’ultimazione dei lavori della prima palestra di proprietà comunale, in località San Giovanni, affidata alla cittadinanza lo scorso novembre. L’impianto sportivo, chiuso da cinque anni a causa del ritrovamento di materiale in amianto, ha ripreso la sua piena funzionalità, rispondendo sia a richieste scolastiche che private. Fioccano le iniziative anche sotto l’albero di Castel Baronia. Un concerto natalizio, presso la Chiesa Madre di Santa Maria delle Fratte, allieterà le festività relative al Natale. “In sinergia con l’Antenna Sociale di Vallata ed Ariano Irpino – continua Famiglietti – abbiamo allestito un cartellone di attività ricreative per gli anziani. Uno dei concerti si terrà presso la Basilica della nostra Patrona. Si tratta di iniziative finalizzate al miglioramento dei servizi sociali, che soprattutto in Baronia, rischiano di non essere sempre efficienti”. E a proposito di prestazioni cittadine e comunali, il sindaco sofferma la sua attenzione sull’andamento della raccolta differenziata in paese. “Siamo soddisfatti della buona riuscita della differenziata – ha dichiarato Famiglietti – e della responsabilità messa nel progetto da parte della popolazione. Dal primo gennaio, sarà avviata la raccolta indifferenziata dei rifiuti che agevolerà lo smaltimento del pattume e ridurrà l’inquinamento e la deturpazione ambientale”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.