Mercogliano – Il sindaco Saccardo: “Il vero confronto si fa in aula”

13 Dicembre 2005

Mercogliano – “Un’opposizione priva di idee, proposte, che lavora contro il paese”: è la replica del primo cittadino di Mercogliano, Tommaso Saccardo, alle critiche avanzate di recente dall’opposizione sul metodo di gestione amministrativo, definito ‘antidemocratico’, imputato dalla controparte alla maggioranza. Un botta e risposta che si è particolarmente acceso nell’ultima seduta consiliare, quando i toni del disaccordo sono andati un po’ ‘oltre’. “Per quanto ci riguarda – continua il sindaco Saccardo – portiamo all’attenzione del Consiglio comunale cose che riteniamo utili per il bene del paese. Abbiamo una maggioranza granitica, forte nel progetto che ha presentato da sei mesi a questa parte e a cui ha avuto come risposta la scelta dei cittadini. Questo è un dato”. Sulla minoranza poi: “Svolge il suo ruolo, ma dovrebbe abbassare i toni e addivenire ad un rapporto più civile e corretto. Essere educati e rispettare la legalità che appartiene al comportamento delle persone è la base di tutto. Così facendo, invece, la minoranza va solo contro la comunità mercoglianese”. Insomma, questo il messaggio della maggioranza: le regole ci sono e vanno rispettate con un confronto posato. “I nostri comportamenti – prosegue il primo cittadino – sono seri ma c’è bisogno di reciprocità. Il Consiglio deve svolgersi nella legalità e non nella rissa. Perché il vivere civile è il punto di partenza”. E alla ‘provocazione’ lanciata dall’opposizione di scendere ‘in piazza’ per un confronto pubblico dove portare i risultati, così risponde il primo cittadino Saccardo: “I confronti si fanno in aula, in modo serio ed educato. E poi ad aprile di quest’anno un confronto pubblico lo abbiamo avuto. E i cittadini ci hanno democraticamente scelto a governare il paese”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.