Caso Manzo, il Procuratore: “Siamo ostinati, non molliamo la presa”

0
1332

“Quello che posso dire è che personalmente sono abbastanza pervicace, ci sono indagini in corso”. Il procuratore capo di Avellino, intervenuto ad un convegno sulla violenza di genere, ha risposto anche ad una domanda sul caso Manzo. Tra giusto un mese, infatti, si “festeggiano” i due anni dalla scomparsa di Mimì, il 71enne di Prata Principato Ultra che non fa ritorno a casa dalla sera dell’8 gennaio del 2021.

Il procuratore Airoma, in modo abbastanza esplicito, fa capire che le indagini per ritrovare l’uomo, il suo corpo almeno, non si fermeranno nella maniera più assoluta, ma andranno avanti anche con insistenza.

In effetti gli inquirenti, i carabinieri del nucleo provinciale di Avellino, coordinati dalla Procura, stanno lavorando in modo intenso. L’intento delle indagini è capire perché alcune persone gravitavano in alcune zone in certi orari quella sera di due anni fa. Si tratta, quindi, non solo di ricerche del corpo di Mimì.