Caso Manzo, in arrivo il Ris e l’avvocato Gentile

0
2859

Caso Manzo, in arrivo il Ris e l’avvocato Gentile. Non si ferma l’attenzione degli inquirenti, e non solo, sulla scomparsa del 71enne di Prata Principato Ultra, di cui si sono perse le tracce la sera dell’8 gennaio 2021.

La Procura di Avellino ed in carabinieri stanno lavorando intensamente innazitutto sul cellulare di Mimì. Come più volte segnalato dalla figlia Romina, il telefonino del pensionato sembra essere ancora attivo, nonostante i 17 mesi trascorsi dalla sua scomparsa. Risponde ancora la segreteria, cosa che sembra alquanto strana ai familiari, coadiuvati come sempre dal loro legale di fiducia, l’avvocato Federica Renna.

Gli esami che gli inquirenti faranno sul telefonino dello scomparso, potrebbero rivelarsi utili. Gli investigatori stanno analizzando anche i numerosi video della sera e della notte dell’8 gennaio. Ovviamente saranno effettuate nuove ricerche in zona, così come è accaduto venerdì scorso, alla luce dei riscontri che man mano verranno fuori. Sicuramente saranno ascoltate, interrogate, altre persone in questi giorni. Per l’auto che l’8 gennaio fu utilizzata da Romina Manzo e Loredana Scannelli (al momento indagate insieme ad Alfonso Russo) l’esame sarà effettuato direttamente dal Ris dei carabinieri.

Atteso nei prossimi giorni anche l’avvocato Nicodemo Gentile che difende le sorelle di Domenico Manzo, Lucia e Filomena, e che rappresenta l’associazione “Penelope”, nata dalla necessità di dare sostegno a tutte le persone che si ritrovano catapultate nel limbo della scomparsa di un proprio parente o amico.

Gentile, insieme all’avvocato Renna, farà molto probabilmente il punto della situazione con gli inquirenti.