Caso Cioffi: è giallo. Resta in carcere il 17enne

0
10

Avellino – Proseguono le indagini sulla morte del giovane Mauro Cioffi. Da ieri il minorenne che resta in carcere è accusato di omicidio volontario: durante l’interrogatorio le dichiarazioni rilasciate dal minorenne non hanno convinto il Giudice per le Indagini Preliminari. Ora la sua posizione diventa più complicata. Secondo una prima ricostruzione fatta dagli inquirenti, il ragazzo sarebbe stato colui che ha cercato di disarmare il 19enne. Un tentativo durante il quale è partito il colpo risultato fatale per Mauro . A difendere il 17enne è l’avvocato napoletano Polese dopo la rinuncia da parte dell’avvocato Raffaele Bizzarro. Questa mattina intanto presso il Carcere di Bellizzi Irpino, il Gip Iorio ha ascoltato gli altri 4 ragazzi arrestati subito dopo la tragedia di via De Concilii. Al termine degli interrogatori per tutti è stato confermato l’arresto con l’accusa di rissa aggravata. Resta invece per il momento un mistero la scomparsa della pistola, con molta probabilità una calibro nove, e del bossolo: materiale che gli inquirenti stanno cercando da sabato notte con diverse perquisizioni domiciliari. (emil.bol.)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here