Calcio – Parla il doppio ex Totò Fresta: “Lupi favoriti per la B”

0
13

Il Ravenna con il pareggio di Teramo ha staccato ufficialmente il biglietto per la B ed i romagnoli accedono alla cadetteria per la porta principale. L’Avellino dovrà accontentarsi soltanto dello spareggio: quella di quest’anno sarà per gli irpini la quarta partecipazione ai play-off. Nelle tre occasioni in cui si sono piazzati secondi hanno sempre raggiunto il traguardo. Nell’ultimo atto della stagione Biancolino e compagni saranno impegnati contro il Taranto; alla truppa guidata da Vavassori manca soltanto un punto per la matematica. Allo Jacovone andrà in scena quasi sicuramente un anticipo di quello che potrebbe essere il duello post-season. Salvatore Fresta doppio ex e vecchio idolo del tifo biancoverde parla della rincorsa dei lupi alla cadetteria: “Si affronteranno due squadre fortissime, le migliori del campionato. – afferma l’esperto attaccante romano – Hanno disputato entrambe una grandissima stagione, ma dico senza problemi che l’Avellino ha qualcosa in più. Un organico migliore…sarà una bella battaglia”. ‘Totò’ ritiene i biancoverdi i favoriti per la serie B. A suo avviso l’Avellino avrebbe meritato la vittoria diretta: “I lupi quest’anno sono stati molto sfortunati hanno trovato un Ravenna a cui tutto è andato bene, un poco come accadde quando giocavo in irpinia con la Reggina. Gli irpini avrebbero di sicuro meritato di vincere questo campionato e credo che se non ci fossero stati i due punti di penalizzazione e qualche altro episodio che ha condizionato il cammino di Biancolino e compagni in questo momento staremo forse qui a parlare di qualcosa di diverso, purtroppo è andata male, ma ritengo che l’Avellino sia la favorita per il raggiungimento della B”.
Un giudizio sulla prossima griglia spareggi?
“Di sicuro saranno dei play-off difficili, forse i più duri da quanto è stato istituito questo format. A mio avviso anche Cavese e Foggia sono due ottime squadre”.
Giocare al Partenio senza tifosi potrebbe rappresentare secondo te un handicap?
“Non necessariamente. Sicuramente il pubblico irpino è importante, specialmente in fasi delicate come queste, ma nell’organico della formazione irpina ci sono calciatori in grado di sbloccare la gara in qualsiasi momento. Per raggiungere il traguardo prefissato bisogna restare umili per staccare il biglietto per la B”.
Taranto-Avellino chi vince il doppio confronto?
“Non saprei, ogni gara ha la sua storia. Saranno 180’ minuti infuocati”.
Hai lasciato un bel ricordo in tutte e due le città per chi tiferai?
“Avellino è la mia seconda casa, lì ho passato anni bellissimi e vissuto tante emozioni. L’Irpinia è una terra a cui resterò sempre legato, anche in Puglia mi sono trovato molto bene e non dimenticherò mai l’emozione provata per il goal segnato contro la Casertana (stagione 91/92) nello spareggio per la permanenza in serie B al 111’, ma sono molto più legato ai colori biancoverdi e per questo farò il tifo per i lupi”.(di Sabino Giannattasio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here