Calcio Avellino – Lupi a Modena senza paura

17 Settembre 2005

Ancora poche ore d’attesa, e l’Avellino scenderà in campo per il riscatto. I lupi questo pomeriggio saranno impegnati al Braglia di Modena. Contro i canarini, gli uomini di Oddo cercheranno di cancellare sin da subito l’umiliante sconfitta subita ai danni del Brescia. Il ‘Prof’ mischia le carte per il delicato incontro con la truppa di Pioli. Un altro duro banco di prova per la formazione biancoverde, che è ancora alla ricerca della prima vittoria (sul campo) in una gara ufficiale. L’ex condottiero di Salernitana e Venezia per questo match abbandona le alchimie tattiche. Niente albero di Natale e niente 4-3-1-2. Si torna all’antico, ad uno schema che nell’Italia del pallone ha fatto le fortune di diverse squadre: 4-4-2. Il prof punta alla velocità dei suoi attaccanti per poter scardinare la retroguardia gialloblù. La linea avanzata sarà affidata al tandem Docente – Rastelli, con il lituano Danilevicius pronto ad entrare soltanto nella ripresa. A centrocampo Leone sostituirà uno spento Fusco, mentre in difesa torneranno in campo dal primo minuto D’Andrea, Ametrano e capitan Puleo. Ritorni fondamentali, visti gli scarsi risultati della retroguardia irpina contro le Rondinelle. Dall’altro lato, il giovane tecnico modenese schiererà l’esperto Giampaolo alle spalle delle due punte Bucchi e Colacone. Due gli ex dell’incontro, Allegretti nell’Avellino e Tisci nel Modena. Saranno circa 600 i tifosi biancoverdi a seguito della squadra. Il fischio d’inizio è previsto per le sedici. Ad arbitrare l’incontro il signor Squillace di Catanzaro.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.