Blitz nelle pescherie di Ariano Irpino, la Lpa Group è in regola

Blitz nelle pescherie di Ariano Irpino, la Lpa Group è in regola

12 Novembre 2015

Sul blitz effettuato nelle pescherie di Ariano Irpino, si registra la nota della società Lpa Group SpA, che nel corso delle operazioni effettuate dai militari del Nucleo di Polizia Marittima e Difesa Costiera, guidati dal Comandante della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia Guglielmo Cassone, è stata oggetto di controlli da parte delle forze dell’ordine che non hanno portato ad alcuna violazione.

Di seguito, riportiamo per la nota di chiarimento della stessa società con sede ad Ariano Irpino:

Secondo la LpA Group i fatti penalmente rilevanti oggetto del blitz “… non hanno neppure in minima misura vista coinvolto la S.p.a. LPA Group che ciò nonostante è stata tempestata di telefonate da parte della clientela, di istituti di credito fiduciari, di conoscenti e di professionisti con la stessa operanti.

In relazione a tali fatti, quindi, si ribadisce in maniera categorica che la LPA Group S.p.a. non è stata minimamente coinvolta dalle misure cautelari, né deferita all’A.G. inquirente, in quanto tutti gli approfonditi accertamenti eseguiti dalla Guardia Costiera presso la stessa hanno sortito esito negativo.

Nello specifico si porta a conoscenza che le squadre intervenute (Guardia Costiera ed ASL) sul posto a vario titolo non hanno riscontrato alcuna deficienza presso la sede operativo amministrativa della LPA GROUP S.p.a. nella filiera della pesca e dello stoccaggio, sia sotto il profilo igienico sanitario, sia sotto il profilo della sicurezza sui luoghi di lavoro e sui veicoli adibiti a trasporto, sia per quanto attiene i magazzini refrigerati, con riferimento ai quali non sono state riscontrate deficienze alcune, come ribadito dalla email inviata dalla Guardia Costiera”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.