Blitz a Solofra: denunce, espulsioni e sanzioni per 335mila euro

0
3

Solofra – Una vasta operazione di controllo nel polo conciario di Solofra è stata portata a termine dai Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino unitamente agli Ispettori della Direzione Regionale del Lavoro della Campania ed ai Carabinieri per la Tutela del Lavoro. La massiccia attività ispettiva, durata diversi giorni e coordinata direttamente dalla Direzione Regionale del Lavoro, è stata finalizzata alla verifica del rispetto della normativa inerente la sicurezza sui luoghi di lavoro e per contrastare il sommerso. I Carabinieri di Avellino ed i militari dei Nuclei Ispettorato del Lavoro, impegnati assieme agli Ispettori delle Direzioni Provinciali del Lavoro di Avellino e Salerno, hanno controllato circa 29 industrie impegnate nella lavorazione e nella confezione di capi in pelle. Oltre 14 di queste aziende sono risultate non in regola e nei loro confronti sono state elevate diverse centinaia di sanzioni amministrative per un complessivo di 335mila euro, attivando nel contempo le procedure di recupero per oltre 200mila euro tra contributi INPS e premi INAIL. Sono inoltre state denunciate alla Procura della Repubblica competente 2 imprenditori per favoreggiamento alla permanenza di extracomunitari privi del permesso di soggiorno. In entrambi i casi, infatti, la totalità del personale al lavoro è risultato a nero e più del 45 per cento costituito da manodopera clandestina priva del permesso di soggiorno . Alla fine del servizio ben 10 sono stati gli extracomunitari clandestini espulsi dal territorio provinciale. Per una di questa industrie è scattato anche il sequestro preventivo penale. Numerose anche le sanzioni in tema di sicurezza dei lavoratori essenzialmente riguardanti la mancata dotazione dei mezzi individuali di protezione e la condizione scarsamente igienica dei locali. L’attività costituisce solo l’inizio di una fase di intensificazione dei controlli su di un settore così delicato e critico come quello tessile-manifatturiero ed andrà avanti con cadenza periodica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here