Basket – Thomas schianta la Benetton, che vittoria per l’Air /FOTO

0
4

Avellino – Un terzo quarto perfetto consegna all’Air Avellino un sontuoso successo sulla Benetton Treviso. Nell’anticipo della prima giornata di ritorno di Lega A, gli irpini superano i trevigiani con il punteggio di 77-53. La squadra avellinese, dopo un primo tempo abbastanza equilibrato e chiuso avanti di tre lunghezze (36-33), ha infilato un incredibile parziale di 26-1, con i biancoverdi di Repesa capaci di realizzare solo un tiro libero di Brunner in 10′. Top scorer del match è Omar Abdul Thomas: 24 punti, 6 rimbalzi, 5 palle recuperate e 3 assist. L’Air sale a 16 punti, raggiungendo al quarto posto Bologna e Montegranaro. Treviso è in piena crisi, a quota 12 in graduatoria.

FOTOGALLERY Le foto della vittoria dell’Air contro la Benetton

La gara. E’ passato giusto un anno dalla fine della gestione Vitucci in casa Benetton. Una telefonata annunciò al tecnico veneto una decisione motivata in tanti modi ma che forse lo stesso Vitucci non ha mai mandato giù del tutto. Al Del Mauro la vendetta sportiva è stata servita. Il 26-1, parziale con cui si è chiuso il terzo quarto, è il record negativo ogni epoca per il minor numero di punti segnato in un periodo. Un solo tiro libero a referto (di Greg Brunner), 0/12 dal campo, 3 stoppate subite e 9 palle perse: questa, riassunta in cifre, la Benetton vista al Paladelmauro sotto lo sguardo pieno di sconforto di Jasmin Repesa.
Ma bisogna riconoscere il capolavoro tattico di Frank Vitucci che, nonostante l’assenza di Marques Green, prepara una partita al limite della perfezione, con una squadra carica, attiva e intensa, e distrugge l’attacco avversario alternando difese a zona, uomo e press senza la minima sbavatura.
Treviso schiera Skinner, ma non Toolson (per il numero degli americani), e propone il grande ex Devin Smith (che tutto sommato giocherà una partita onesta da 19 punti e 10 rimbalzi), mentre Vitucci si affida a Spinelli in regia, alternato con Dean.
Il primo quarto è selvaggio, ad alto ritmo ma con tanti errori: Treviso comincia con le polveri bagnate (chiuderà con il 39% da due e il 27% da tre) e prova anche la zona, ma con scarsi risultati. L’Air cavalca Troutman, carico per il duello con Skinner, e, grazie anche al buon impatto di Dean, al primo intervallo è sopra 18-13.

La macchina avellinese si arresta però all’inizio del secondo quarto, quando Treviso prova a rispondere con un parziale di 9-0 e i primi punti in Serie A di Brian Skinner, ma dopo 4’30″ di siccità, la squadra di Vitucci si sblocca con una tripla di Lauwers. Avellino allunga la difesa, Troutman e Thomas (24 punti) entrano definitivamente in partita, Bulleri segna 10 punti nel quarto per tenere Treviso in vita, ma il primo canestro di Johnson (molto positivo con 8 rimbalzi, 3 stoppate, 3 assist e 3 recuperi) permette all’Air di andare al riposo sul +3 (36-33). Treviso ha già 11 palle perse, ma è nulla rispetto a quello che sta per arrivare.

Avellino parte con un parziale di 8-0 griffato da 6 punti di Thomas: la difesa allungata manda fuori giri Bulleri e Markovic, e dopo l’unico punto messo a referto da Brunner (44-34) si scatena l’inferno. Spinelli in entrata, tripla dall’angolo di Dean, poi ancora Spinelli in acrobazia, poi Dean, poi Spinelli e Lauwers dalla lunetta, poi Thomas appoggiato al vetro, infine Dean con un’altra tripla dalla punta. E le palle perse trevigiane nel quarto salgono così come le stoppate subite. 26-1, 62-34 Avellino all’ultimo intervallo.

Lauwers colpisce dall’angolo in apertura di ultimo quarto, poi, finalmente, Smith piazza una tripla con 8’04″ sul cronometro: Treviso era rimasta più di 12 minuti senza segnare un canestro dal campo. Il Professore, tanto per la cronaca, ne mette 3 consecutive, che aggiunte a quella di Peric fanno 65-48, per un controparziale di 14-1. Ma, nonostante il forfait di Troutman, che soffre una distorsione al ginocchio destro forzando un 1vs1 con Brunner, Avellino replica con un altro 8-0 innescato da una bomba di Cortese. Ci si trascina fino al 77-53, bella rivincita per Vitucci.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here