Basket – Capo D’Orlando passeggia contro l’Air: 84 a 76 il finale

0
4

Capo – D’Orlando – Un avvio da brividi piega in due l’Air di Avellino e consente a Pozzecco e compagni di ottenere una pesante e meritata vittoria contro i biancoverdi. Irpini scesi molli sul parquet, poco convinti e con poche idee: il bersaglio ideale, insomma, per C.J. Wallace. L’energico americano dei padroni di casa smonta ogni velleità degli ospiti con ben 12 punti nei minuti iniziali (22 a 8 dopo 10’). Con il passare del tempo e dei possessi i cestisti di Sacchetti hanno preso più confidenza, riuscendo a rispondere colpo su colpo agli avversari e limitandone in maniera esponenziale il gioco. Dal canto loro per i primi tre quarti i ragazzi della Scandone non fanno nulla per provare a sovvertire quello che sembra un risultato già scritto. Green e compagni si accontentano del perimetro, coinvolgono poco i compagni e non esplorano le soluzioni intermedie. Poi, nell’ultima frazione, si accende la luce: Righetti e Smith guidano l’improbabile rimonta biancoverde che, benché non riesca a recuperare un divario che aveva toccato anche i 24 punti di differenza, fa si che rimanga inalterata la differenza canestri a favore degli irpini (84 a 76 il finale). I hanno iniziato a pagare seriamente la stanchezza delle fatiche di Casalecchio e, complice anche una trasferta non certo semplice, sono arrivati al “Palafantozzi” già con le pile scariche. Volendo guardare il bicchiere mezzo pieno, Boniciolli ha avuto l’occasione per far giocare tanto i suoi ‘gregari’ e inoltre il calendario, vista la sconfitta di Montegranaro, non ha subito ulteriori stravolgimenti. Gli irpini si trovano appaiati in classifica con la stessa Surtor e Roma. Tutto da decidere, insomma, nel ‘mezzogiorno di fuoco’ con i cestisti della Capitale. Dopo questa batosta è tempo di riprendere fiato e preparare una sfida delicata e cruciale per quello che sarà il tabellone finale della LegaA. Un match atteso da entrambe le compagini che, per motivi diversi, cercano riscatto. Le due sconfitte di fila, comunque, non possono e non devono pregiudicare il cammino della squadra. Gli appassionati stiano tranquilli: i giocatori non si sentono ‘appagati’ ne tantomeno avvertono come ‘conclusa’ la loro esperienza in Irpinia. Dopo quest’ubricatura di vittorie una piccola sbandata era da mettere in cantiere. Meglio ora che più avanti, quando i punti saranno molto più pesanti e determinanti.
Tabellini:
Pierrel Capo D’Orlando: Howell 13, Wallace 20, Mejia 8, Pozzecco 8, Falls 15, Orsini, Beck 12, n’Dojia, Bruttini, Fabi 3, Mobilia, Wojicic 5.All:Sacchetti.
Air Avellino: Righetti 8, Williams 7, Green 12, Ortiz 4, Smith 15, Bryan 2, Lisicky 15, Burlacu 3, Coppola, Iannicelli, Radulovic 15, Cavaliero 5. All:Boniciolli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here