Basket – Cab Solofra solo, costretto ad ‘emigrare’

0
11

Solofra – Diramato dalla FIP Campania l’ elenco delle 24 società di basket che prenderanno parte al prossimo campionato di serie C2 maschile. Parteciperanno l’ Agropoli, il Nola, la Piedimonte Matese, il G.S. Meomartini Benevento, la Pontano Napoli, il Casapulla, il Giugliano, il Casavatore, il Mizar Torre del Greco, il Cercola, il Senise, la Virtus S. Nicola La Strada, il Basket Barra, la Partenope Basket , il Pellicano Napoli, lo Sporting Portici, la Nuova Pol. S. Antimo, il Dream Battipaglia, il Cab Solofra, l’ Arzano, il Portici 2000, il Basket Valle Caudina, il Down Town Basket Napoli, e Highladers Castello di Castello Matese. Le neopromosse Highladers Castello, Casavatore, Giugliano e Down Town possono partecipare al campionato se munite dell’ idoneità del campo. Problema questo che riguarda anche l’unica compagine irpina presente. Per il Cab l’ammissione risulta subordinata alla comunicazione del campo idoneo alla disputa del Campionato di Serie C2. Ciò a seguito di una riunione presso la Federazione napoletana dove è venuta fuori la non idoneità del Palazzetto dello Sport “Petrone” per il campionato di C2. Questa non è un novità, visto che ormai da anni la squadra solofrana giocava grazie ad una deroga della stessa federazione. La società del presidente Gerardo Pisano sta infatti pensando di emigrare, almeno per le partite casalinghe, in altre strutture. Il desiderio sarebbe quello di poter giocare a S. Michele di Serino. Cupo è il presidente Pisano, che non accetta il silenzio proveniente dall’ amministrazione di Guarino. Quest’ ultimo ed il delegato allo sport conoscono la vicenda del palazzetto ed avevano fatto capire di un interessamento, ma alla fine c’è stato un nulla di fatto. “Prima delle amministrative – spiega Pisano – avevano espletato una premura per la causa della CAB, ma dopo la vittoria elettorale non si sono fatti per nulla vivi e si concretizza cosi lo spettro di giocare lontano dai nostri supporters o di scomparire dalla scena cestistica della C2”. Quest’ ultima ipotesi sarebbe una dura botta per i ragazzi del coach Iannacchero. Comunque Pisano confida ancora in un intervento amministrativo, semmai sotto forma di tendostruttura, allontanando cosi il danno economico dalla società costretta a vagabondare di struttura in struttura. Tutto ciò accade mentre al Comune conciario sono stati assegnati 10mila euro per lo stadio “Gallucci”. Una sorta di beffa per gli amanti del basket.(di Dante Grimaldi)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here