Banda larga, incentivi dalla Camera di Commercio

0
11

Nuovi strumenti per le imprese irpine: al via gli incentivi della CCIAA per la banda larga Un milione di euro per le imprese intenzionate ad attivare un servizio di connettività a banda larga. La Camera di Commercio di Avellino stanzia ingenti risorse per contribuire ad abbattere il divario digitale nei territori di numerosi comuni della provincia di Avellino non coperti da un’adeguata infrastruttura telematica. Il bando per accedere al contributo sarà illustrato venerdì’ 5 luglio alle ore 10,30 presso la sala Consiglio della sede camerale di Piazza Duomo. Proprio il 5 luglio si aprirà la possibilità di inviare telematicamente la richiesta di contributo di cui potranno beneficiare potenzialmente due mila imprese ubicate nei comuni irpini con popolazione inferiore a dieci mila residenti. Per garantire la copertura territoriale dell’incentivo camerale lo stanziamento è stato ripartito tra tutti i comuni in funzione della numerosità delle imprese ivi ubicate dando così la certezza a ciascun comune irpino sotto i 10000 abitanti di poter disporre di risorse dedicate. Dal punto di vista della tecnologia innovativa da adottare, la scelta della Camera è stata quella di lasciare la libertà agli imprenditori di optare per quella che meglio si adatta alle esigenze produttive e territoriali delle rispettive aziende, prevedendo esclusivamente uno standard minimo in termini di velocità di connessione da garantire. Il Presidente Costantino Capone illustrerà nei dettagli l’importante iniziativa destinata alle Pmi irpine. “ La possibilità di accedere ad Internet attraverso collegamenti ad alta velocità – afferma Capone – è di fondamentale importanza per qualsiasi impresa. La banda larga, infatti, consente di utilizzare applicazioni Web “avanzate”, che migliorano l’efficienza e l’efficacia nella gestione di molteplici attività. Basti pensare, ad esempio, alle soluzioni che consentono di ampliare i propri mercati, che supportano lo scambio di informazioni o documenti con i propri fornitori e clienti, gli ambienti di comunicazione e collaborazione unificati, i siti web di e-commerce”. Capone sottolinea che in una fase di crisi economica e di crescita negativa come quella che stiamo attraversando il commercio elettronico cresce in Italia ad un tasso del 18%: se si considera che le vendite sul web in Italia ammontano a circa 12,6 miliardi di euro mentre in Francia sono pari a 28 mld €, in Germania a 45 mld € e nel Regno Unito a 80 mld € si capisce quanto margine di sviluppo abbia l’economia digitale nel nostro paese. “L’implementazione della banda larga – aggiunge il presidente Capone – è in grado di innescare molti benefici all’interno del nostro sistema produttivo che potrà fare un salto di qualità. Oltre ai servizi primari in materia di comunicazione si potranno realizzare infrastrutture capaci di erogare servizi innovativi nel campo dell’Itc in grado di garantire soluzioni economicamente e qualitativamente vantaggiose per il tessuto imprenditoriale irpino”. L’Ente di Piazza Duomo sta investendo molto per contribuire a diffondere in provincia la cultura dell’innovazione e favorire la digitalizzazione del sistema produttivo locale. Tra gli ultimi progetti attivati da segnalare “Distretti sul web”, l’iniziativa sviluppata da Google e Unioncamere per la digitalizzazione del distretto di Solofra e l’attivazione del widget Registro Imprese l’innovativa piattaforma che permette di effettuare in tempo reale ricerche di informazioni sulle attività produttive e gli operatori economici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here