Baiano – Tra vecchio e nuovo: ecco tutti i progetti di Cavaccini

1 Gennaio 2006

Baiano – Un Comune a porte aperte. È questo il traguardo raggiunto dal sindaco baianese Vincenzo Cavaccini e dalla sua amministrazione. La macchina amministrativa, reduce dall’esperienza del Commissariamento, ha saputo ripartire conquistando, in soli nove mesi di attività, la fiducia dell’elettorato. “Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti – ha commentato il numero uno – ma dobbiamo aspirare sempre al meglio per la nostra comunità”. I primi passi mossi da Cavaccini e il suo Esecutivo sono stati verso la completa trasparenza nel lavoro amministrativo includendo le associazioni presenti sul territorio e lavorando fianco a fianco con la stessa cittadinanza. “Riteniamo che la collaborazione della popolazione – continua il numero uno baianese – sia indispensabile per poter garantire la corretta efficienza politica di una amministrazione. Questa sinergia tra istituzioni e cittadinanza sarà tangibile della modifica dello Statuto comunale che ingloberà una consulta dei quartieri di cui periodicamente accoglieremo proposte e critiche per migliorare il nostro operato”. Un Comune messo a nudo anche dal notiziario municipale. Si tratta di un organo di informazione che pubblicherà ordinanze e delibere di Giunta di massimo interesse. Ripercorrendo i progetti realizzati per il sociale, il primo cittadino non può esimersi dal ricordare il piano salute di prevenzione alla tossicodipendenza, all’alcolismo e al tabagismo. L’esperienza, che ha accolto il consenso dei genitori degli studenti delle scuole elementari e medie, verrà tradotta in un osservatorio curato da specialisti del settore medico e non. Ridare centralità ad un paese troppe volte bistrattato è stata l’altra sfida lanciata da Covaccini all’indomani del suo insediamento. Una prova vinta dalla fascia tricolore dopo l’istituzione di un punto Inps e un informagiovani. Ma il 2006 si apre con una nuova meta da raggiungere: portare a Baiano la figura del Giudice di Pace. Dalla sfera sociale a quella pubblica. Dopo il recupero della palestra comunale di via Del Campo, inagibile e poco fruibile, l’amministrazione Cavaccini mira alla ristrutturazione dell’ex cinema Colosseo e dell’Eremo di Gesù e Maria per rilanciare il turismo locale assopito dopo lo spettro commissariale. Una simpatica iniziativa, che vede protagonisti attivi gli alunni della scuola media, riguarda la toponomastica del centro storico. “I nostri allievi – asserisce il sindaco – stanno lavorando alla realizzazione di piastrelle numerative per completare lo studio dei nomi del vecchio borgo baianese. Un’opera di grande rilievo che ultimerà l’analisi della memoria storica cittadina”. Il 2006 inaugurerà una nuova era per Baiano. Oltre alla nascita del polo sanitario, di cui il progetto esecutivo è stato approvato durante lo scorso Consiglio comunale – l’anno in arrivo vedrà anche l’adozione del Puc. “Sono mesi di grande lavorio che hanno messo a dura prova l’operato di ogni singolo Assessorato. Chiudiamo il 2005 con la soddisfazione di aver dato tanto al popolo baianese, ma non rallenteremo il ritmo. Continueremo al fine di migliorare la vigilanza sul territorio ed fortificare i rapporti con le amministrazioni del mandamento”. Parola di sindaco.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.