Avellino – Turismo Sociale: Vitale illustra un percorso di vita

0
55

Avellino – Turismo Sociale: un percorso di vita tra storia e nuove strade. Un mondo di sensazioni e immagini spesso contraddittorie. Un’idea assistenziale e di bassa qualità per alcuni, una pratica alternativa e fuori mercato per altri. E’ quanto esposto questa mattina nel corso della presentazione del nuovo volume di Pino Vitale alla presenza del Vescovo di Avellino, Monsignor Francesco Marino, del giornalista Rai Puccio Corona, di Pasquale Orlando, della Direzione Nazionale Acli, di Luigi Mainolfi, assessore provinciale alla Pubblica Istruzione, di Gerardo Salvatore, presidente provinciale Acli e di Santino Barile, presidente Ept di Avellino. Quale Futuro? Di questo si è dibattuto presso la sala Grasso di Palazzo Caracciolo. “Un’operazione di verità – ha spiegato l’autore – effettuata ricomponendo i cocci di un vaso rotto, recuperando i fili dell’esperienza di questi ultimi anni, esponendo l’evoluzione di un settore e soprattutto individuando le piste da seguire e gli sviluppi futuri”. Il racconto di una realtà vissuto dall’interno, consapevole dei cambiamenti avvenuti negli ultimi anni in cui il turismo ‘normale’, soprattutto dopo l’11 settembre, è considerato in ‘prognosi riservata’. Su tanti fattori si è soffermato l’occhio attento e vigile dell’autore: le pratiche del turismo sociale, capace di contaminare i territori in una proposta di valorizzazione economica e culturale; i sistemi turistici locali, in grado di contribuire a costruire un capitale sociale e qualificare territori in ritardo di sviluppo o addirittura soggetti a degrado: l’intreccio tra territorialità, culture, nuova ruralità e lavoro. Un intreccio tra persone, comunità e territorio, questa la chiave interpretativa individuata per il nuovo turismo sociale. Un sistema efficace, volano di sviluppo e soprattutto di qualità di vita. Una ricetta di ‘benessere’ per tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here