Avellino – Terremoto: dopo le ‘accuse’ la risposta di De Mizio

20 Novembre 2005

“Leggiamo con stupore le dichiarazioni dell’on. Sena che rispetto ad una toccante giornata di ricordo del terremoto del 1980 svoltasi a Sant’Angelo dei Lombardi parla di speculazioni e di manifestazione chiaramente politica”. E’ la risposta del coordinatore provinciale di Forza Italia Antonio De Mizio che, attraverso una nota sostiene che “…si assiste ad un imbarbarimento dei rapporti se anche personaggi che ritenevamo educati alla cultura della tolleranza e della civiltà mostrano oggi i segni di una desolante faziosità nei comportamenti personali e nella pratica dell’agire politico. Come rappresentanti di Forza Italia abbiamo solo aderito ad un cortese invito di un’associazione, la Misericordia, è riconosciuta nella nostra nazione ed in tutto il mondo come benemerita organizzazione umanitaria senza fini partitici o politici. Al commovente incontro di commemorazione hanno aderito diversi rappresentanti di partiti ed istituzioni a tutti i livelli, compreso numerosi sindaci dei paesi del cratere che hanno testimoniato con la loro presenza la forza e la validità del messaggio di solidarietà e di speranza insito nella manifestazione. Le presenze sul palco e gli interventi hanno visto protagonisti i soli rappresentanti delle organizzazioni umanitarie insieme all’indimenticabile on. Zamberletti ed al dott. Bertolaso, responsabile nazionale della Protezione Civile. Sottolineiamo, anzi, che i soli interventi attinenti alla sfera politica sono stati del sindaco di Sant’Angelo dei Lombardi Antonio Petito e dell’assessore provinciale Zecchino, certamente entrambi non iscrivibili a nostra parte. Evidentemente all’on. Sena ed a quanti nel centrosinistra la pensano come lui vanno bene solo le manifestazioni con certificato di origine controllata. Ma ricordiamo che proprio questa insopportabile invadenza dei partiti di centrosinistra nelle istituzioni e nella vita sociale della regione e della provincia e l’intolleranza verso un civile confronto danno forma e sostanza alla cosiddetta ‘questione morale’. Ci auguriamo che l’on. Sena ripensi alle sue dichiarazioni e chieda scusa non a noi bensì alla Misericordia di Sant’Angelo ed ai tanti volontari che con assoluto disinteresse offrono il loro impegno alla società”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.